menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, a Manfredonia dopo la tempesta si fa la conta dei danni

Domani ci sarà un ulteriore sopralluogo con l'ispettorato provinciale dell'Agricoltura. Incalcolabili i danni arrecati alle aziende agricole e zootecniche interessate dal fenomeno

I temporali e i violenti acquazzoni dei giorni scorsi hanno letteralmente messo ko la riviera sud e soprattutto la zona di Ippocampo. Il villaggio ha subito allagamenti e la situazione è davvero critica. A peggiorare la situazione ci si è messo di traverso anche il Peluso, le cui acque hanno inondato i terreni coltivati circostanti arrivando a lambire il centro di Zapponeta. Incalcolabili i danni arrecati alle aziende agricole e zootecniche interessate dal fenomeno.

Antonio Angelillis, l’assessore alle Risorse del Territorio del Comune di Manfredonia, dopo un giro di ricognizione nei luoghi più colpiti dagli allagamenti, effettuato insieme all’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari, Dario Stefàno, ha tempestivamente provveduto a inoltrare richiesta per il riconoscimento dello stato di calamità presso la Regione Puglia, la Provincia di Foggia e l’Ispettorato Provinciale dell’Agricoltura. Domani ci sarà un ulteriore incontro con l’ispettorato per fare una stima più precisa dei danni sul territorio sipontino.

Il Comune di Manfredonia ha già avviato un costoso studio di fattibilità, affidato all’Autorità di Bacino in sinergia con il Politecnico di Bari, e, per la stringente contingenza, ha concesso un’ulteriore fornitura di gasolio per chi sta provvedendo a ripulire i propri terreni con pompe aspiranti. Ha richiesto, quindi, l’attivazione delle procedure per delimitare le zone colpite e accertare i danni subiti dalle coltivazioni in atto e dalle strutture aziendali, in considerazione dell’eccezionalità degli eventi atmosferici.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento