Cronaca Cerignola

Danneggiò insegna e vetrina di una pasticceria: ventenne incastrato dalle impronte digitali

Identificato un ventenne del posto, denunciato per il reato di danneggiamento aggravato. In quel periodo, lo stesso si rese responsabile di una lunga serie di furti aggravati e danneggiamenti, utilizzando sempre lo stesso modus operandi

Le impronte digitali hanno incastrato l’autore del danneggiamento aggravato ai danni di una nota pasticceria di Cerignola, avvenuto nella notte tra il 7 e l’8 aprile di quest’anno. A scoprire il fatto fu il proprietario della pasticceria che si ritrovò con l’insegna dell’attività e la vetrata antisfondamento distrutte a causa di un sasso dal peso di circa 20 kg scagliato più volte contro.

L’autore del gesto - G.C. di anni 20 - non riuscì a portare a termine il suo piano - molto probabilmente un furto - e si dileguò, causando ingenti danni materiali. Il ladro, un po’ maldestro, lasciò un frammento di impronta papillare sulla vetrata che venne prelevata da personale della Polizia Scientifica del commissariato di Cerignola e trasmessa all’ufficio centrale per la relativa comparazione.

L’esito di tale comparazione è giunto pochi giorni fa, identificando quale autore del gesto un ventenne del posto, denunciato per il reato di danneggiamento aggravato. In quel periodo, il ventenne si rese responsabile di una lunga serie di furti aggravati e danneggiamenti in danno di esercizi commerciali, utilizzando sempre lo stesso modus operandi, per i quali già venne arrestato da personale del commissariato ofantino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danneggiò insegna e vetrina di una pasticceria: ventenne incastrato dalle impronte digitali

FoggiaToday è in caricamento