Vandalizzata la stele Unesco: era stata posizionata un anno fa nel cuore della Foresta Umbra

Danneggiato la stele posizionata nel cuore del Parco del Gargano, che ricorda l’iscrizione delle faggete vetuste nel Patrimonio Naturale dell’Umanità. Ad un anno dal riconoscimento, un weekend di eventi e iniziativa per grandi e piccini

La stele vandalizzata

Vandali hanno danneggiato la stele commemorativa posizionata nel cuore della Foresta Umbra che ricorda l’iscrizione delle faggete vetuste nel Patrimonio Naturale dell’Umanità. L’ipotesi è che qualcuno abbia cercato di abbatterla o rimuoverla provocando una lunga crepa sulla spessa lastra di vetro su cui è incisa la data del 7 luglio 2017, quando a Cracovia la Commissione UNESCO-World Heritage premiò gli alberi secolari della Foresta Umbra. Questo gesto non rovinerà la festa che il Parco Nazionale del Gargano e il Comune di Monte Sant’Angelo hanno organizzato per celebrare il compleanno dell’importante riconoscimento, il primo assegnato all’Italia per il valore biologico ed ecologico ed il secondo alla città di Monte Sant’Angelo, dopo il Santuario di San Michele. 

Le 'Faggete' Unesco della Foresta Umbra

Sabato 7 luglio si svolgerà ‘Una Notte in Foresta’, un’escursione sensoriale ed esperienziale a cura della Cooperativa Ecogargano. L’appuntamento è previsto alle 19.30 dinnanzi al Museo Centro Natura della Foresta Umbra. Per l’escursione, che ha un costo di 10 euro a persona e che si effettuerà con almeno 10 partecipanti, è necessario prenotare ai numeri: 0884565444 / 3498508133. L’evento proseguirà domenica 8 luglio nella faggeta della particella ‘Pavari’ (appuntamento ore 10.00 davanti la stele commemorativa) dove sarà allestita una mostra fotografica a cura di Giovanni Fiorentino con scatti inediti della Foresta Umbra ripresa dall’obiettivo nelle diverse stagioni. Dal luogo della mostra partirà un’escursione tra le faggete UNESCO con una guida d’eccezione: Alfredo Di Filippo, ricercatore del dipartimento Dafne dell’Università della Tuscia.

Di Filippo ha seguito l’iter di candidatura di tutti i siti italiani e attualmente sta coordinando il progetto di ricerca della National Geographic Society con il quale si intende studiare la struttura e la crescita dei faggi vetusti che ricadono nella rete Unesco. Nel corso dell’escursione, il ricercatore fornirà i dati relativi al monitoraggio che si sta effettuando su alcuni alberi della riserva Falascone e della particella ‘Pavari’ e condurrà tutti i presenti alla scoperta del faggio che con i suoi 350 anni è il più anziano della foresta. Il Parco Nazionale del Gargano metterà a disposizione due joëlette (carrozzelle speciali da fuori-strada di proprietà dell’Ente) che consentiranno anche ai disabili non deambulanti di partecipare all’escursione. La giornata rappresenta una valida alternativa al mare anche per le famiglie con bambini. Per l’occasione la cooperativa Teatro Stalla Matteo Latino coinvolgerà i più piccoli con giochi e laboratori tematici. La mattinata in Foresta si chiuderà con un pic-nic tra i faggi a cura della Masseria Facenna.

All’evento di domenica parteciperanno il vice-presidente dell’Ente Claudio Costanzucci Paolino, il sindaco e l’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Monte Sant’Angelo Pier Paolo d’Arienzo e Rosa Palomba, la direttrice dell’Ente Parco Carmela Strizzi, il rappresentante della Giunta esecutiva Pasquale Coccia, i componenti del Consiglio Direttivo dell’Ente, il responsabile UTB (Ufficio Territoriale Biodiversità) Colonnello Claudio Angeloro, il comandante del CTA (Coordinamento territoriale per l’ambiente) Colonello Federico Padovano,  molti sindaci dei Comuni del Parco ed altri rappresentanti istituzionali. L’evento di domenica in Foresta è gratuito ma è necessario prenotare al numero: 0884. 4568913 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00. Il week end di festeggiamenti si chiuderà domenica 8 luglio alle 20.00 con un concerto al tramonto (ingresso gratuito) nel castello di Monte Sant’Angelo, organizzato in collaborazione con l’Associazione Amici della Musica. Ad esibirsi il trio ‘L’ESTRO ARMONICO’ composto da Raffaele Sanio al violino, Massimiliano Mauthe al contrabbasso, Donato della Vista al piano.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento