Cronaca San Severo

Se Foggia piange San Severo non ride: balordi danneggiano statua con un petardo e poi la imbrattano con la vernice

E' successo a San Severo nel piazzale antistante l'edificio Giovanni Pascoli, sede della biblioteca comunale. Lo scultore che l'ha realizzata si è messo a disposizione per il suo restauro

Se Foggia piange San Severo non ride. Anche la città dei campanili in questi giorni ha dovuto fare i conti con vandali e balordi. A farne le spese è stata la statua realizzata in memoria dello scultore Matteo Germano, imbrattata con una bomboletta spray e danneggiata probabilmente dall'esplosione di un petardo che ha provocato lo spacco di un pezzo bronzeo.

Lo scultore che l'ha realizzata si è già messo a disposizione per il restauro del monumento situato nel piazzale antistante l'edificio 'Giovanni Pascoli' sede della biblioteca comunale, ma i familiari chiedono all'amministrazione comunale e alle forze dell'ordine di far luce sull'argomento.

A Matteo Germano, scomparso nel 2004, San Severo deve il monumento al contadino sanseverese di via Minuziano, il busto di Nino Castiglio in piazza Incoronazione, di Vincenzo Muccioli nella villa comunale, dell'ex sindaco Pasquale Iantoschi in corso Gramsi e la statua di don Felice Canelli della Chiesa Croce Santa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se Foggia piange San Severo non ride: balordi danneggiano statua con un petardo e poi la imbrattano con la vernice

FoggiaToday è in caricamento