menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foggia saluta il 2016, un anno di lacrime e cicatrici: la cronaca tutta d’un fiato

Dall'omicidio di Rocco Dedda alla morte di Luigia Campanaro. Dodici mesi intensi, di rapine, arresti furti, omicidi, agguati e morti sulle strade

Com’era già accaduto in passato anche il 2016 foggiano si è contraddistinto per gli episodi di cronaca e per le tragedie. E’ stato indubbiamente un anno intenso, che però non ha riservato grossi scossoni da un punto di vista politico-amministrativo ed economico. Un anno in cui la città di Foggia e la Provincia sono state messe a dura prova da una serie di avvenimenti negativi. Del 2016 restano quindi le cicatrici, le lacrime, l’amaro in bocca, ma ci portiamo via la speranza, quella che spesso ci spinge a credere che tutto sarà migliore. E noi ce lo auguriamo.

GENNAIO 2016. A rompere l’armonia delle prime settimane di gennaio la notizia dell’uccisione di Rocco Dedda in via Capitanata, ferito sull’uscio di casa da quattro colpi di arma da fuoco. Morirà poche ore dopo in ospedale. Qualche giorno prima Daniela Piserchia di 32 anni aveva perso la vita in un tragico incidente stradale avvenuto in via Castelluccio mentre si trovava in macchina con la madre. Una tragica notizia questa volta scuote Lucera: Alessandro Lattucchelli, titolare della New Costruzioni Srl, muore asfissiato nel caveau di una banca di Apricena durante i lavori per via di una perdita di gas. Aveva appena 32 anni. Nel mezzo, il ritrovamento del corpo senza vita di Roberto Giuliani, il 34enne di San Marco in Lamis di cui si erano perse le tracce alcune settimane prima.

UN ANNO DI SANGUE NEL FOGGIANO: TUTTI GLI OMICIDI

incidente stradale via castelluccio-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento