menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Monte Sant'Angelo sotto attacco, la politica corre ai ripari: un tavolo per decidere le strategie da adottare

Il presidente del Consiglio comunale, Giovanni Vergura, ha convocato l'Ufficio di presidenza e la Conferenza dei capigruppo per il prossimo mercoledì, 10 aprile

Monte Sant'Angelo sta attraversando un "momento delicato", per superare il quale è necessario "che la politica resti unita". Per questo motivo, il presidente del Consiglio comunale, Giovanni Vergura, ha convocato l'Ufficio di presidenza e la Conferenza dei capigruppo per il prossimo mercoledì, 10 aprile. L'obiettivo è "decidere con quali modalità coinvolgere i gruppi politici non rappresentati in Consiglio comunale".

Pierpaolo D'Arienzo, il sindaco garganico sotto tiro che "non deve essere lasciato solo"

"Dopo i recenti avvenimenti che hanno coinvolto il Comune di Monte Sant’Angelo - scrive in una nota Vergura - c’è stata l’importante manifestazione di solidarietà con la presenza dei cittadini, delle Associazioni, dell’Arcivescovo con le Parrocchie e dei partiti politici. Nelle prime ore del mattino seguente c’è stato un nuovo attacco nei confronti dell’Istituzione comunale; lo straordinario lavoro delle forze dell’ordine ha evitato che ce ne fossero altri".

Teschio umano e minacce di morte per il sindaco di Monte Sant'Angelo e l'assessore Rignanese

"Al netto di questi avvenimenti è emersa in Consiglio comunale la necessità, condivisa dal sindaco e da tutti i capigruppo, di avviare una discussione tra tutte le forze politiche sia consiliari che extra-consiliari presenti nella nostra città. E’ necessario, quindi, che tutte le forze politiche facciano del loro meglio per affrontare questo momento di particolare difficoltà".  

"I Partiti e i Gruppi politici rappresentano diversi pezzi di societàdella nostra comunità - continua - ed è opportuno che, insieme alle Istituzioni, facciano fronte comune per superare nel miglior modo possibile questo momento. La presenza di vedute e proposte differenti per immaginare un futuro migliore per la nostra città non deve costituire pregiudizio al fine di affrontare alcune problematiche in maniera comune". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento