Cronaca

I fatti dopo l'escalation criminale d'inizio anno, i rinforzi mandati dal Ministro si fanno sentire: reati in calo del 36%

In Capitanata i 32 agenti di polizia inviati dal Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese hanno prodotto significativi risultati in termini di contrasto alla criminalità e percezione di sicurezza

Nel mese di febbraio, Foggia e la Provincia hanno fatto registrare un ulteriore trend positivo in termini di percezione di sicurezza e calo dei reati, grazie ai rinforzi inviati a Foggia dal Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese dopo l’escalation criminale di inizio anno.

L'arrivo di 32 nuovi agenti di polizia ha prodotto significativi risultati: meno crimini, maggiori arresti, denunce e soprattutto controlli, ben  17.722 persone (oltre 611 al giorno) e 8.605 veicoli (circa 297 al giorno). 

Sono state elevate 509 contravvenzioni al Codice della Strada e 42 sanzioni amministrative. Sono state effettuate 410 perquisizioni personali e locali e sono stati eseguiti 82 sequestri penali e 73 sequestri amministrativi. Sono stati effettuati 1.905 controlli a persone sottoposte agli arresti domiciliari. Inoltre, sono stati controllati 34 sale giochi, circoli privati e centri scommesse.  Le persone denunciate sono state 97. In particolare, rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, è più che raddoppiato il numero di soggetti denunciati in materia di sostanze stupefacenti, da 16 a 38 (+57%), e di quelle per riciclaggio, da 2 a 5 (+60%).

Gli arresti sono stati 37. Cinque per tentato omicidio, rapina, detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale da parte delle Volanti. Dieci, di cui tre per estorsione aggravata dal metodo mafioso, ma anche per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, spaccio di droga e spendita di monete false, da parte della Squadra Mobile.

Il commissariato di Cerignola ha arrestato 12 persone per ricettazione, furto, maltrattamenti in famiglia, truffa, possesso ingiustificato di chiavi alterate e per resistenza a pubblico ufficiale. Quello di San Severo otto soggetti per tentato omicidio, furto, detenzione abusiva di armi, ricettazione e spaccio di stupefacenti. Il commissariato di Manfredonia due persone rispettivamente per omicidio e truffa. 

Per quanto riguarda l’andamento della delittuosità nell'intera provincia, rispetto allo stesso mese del 2019, si è registrato un forte calo dei furti che si sono attestati a quota 647 rispetto ai 1.060 dell’anno precedente (-39%). In particolare, i furti in abitazione sono scesi da 86 a 41 (-52%), quelli negli esercizi commerciali sono calati a 25 rispetto ai precedenti 53 (-53%) e quelli di autovetture sono diminuiti da 354 a 185 (-47%). Tra gli altri reati predatori, le rapine sono calate da 24 a 14 (-41%), le estorsioni sono scese da 12 a 7 (-41%) e i danneggiamenti sono diminuiti da 183 a 139 (-24%). Forte calo anche per le truffe informatiche che da 174 scendono a quota 73 (-58%). 

In controtendenza è il dato concernente gli omicidi, atteso che nel corso del mese di febbraio si è registrata l’uccisione del consulente del lavoro Vincenzo Paglione, il cui autore è stato comunque arrestato da personale del commissariato di Manfredonia – mentre, nello stesso mese dell’anno scorso, non si era registrato alcun evento omicidiario. Nel complesso, in coincidenza con l’arrivo dei rinforzi, nel mese di febbraio, si è registrato un andamento in flessione della delittuosità complessiva che da 2.076 reati, verificatisi a febbraio dell’anno scorso, è scesa quest’anno a quota 1.329 (-36%). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fatti dopo l'escalation criminale d'inizio anno, i rinforzi mandati dal Ministro si fanno sentire: reati in calo del 36%

FoggiaToday è in caricamento