rotate-mobile
Cronaca Peschici

Gente in giro col Covid, assembramenti davanti ai bar e contagi in aumento. Sindaco di Peschici minaccia la zona rossa

Il sindaco di Peschici Francesco Tavaglione è preoccupato dall'aumento di contagi e dagli assembramenti davanti ai bar. Anche gente in giro col Covid. "Se continua così chiederò la zona rossa"

Dieci persone in isolamento in attesa di tampone, da 3 a 25 contagi nel giro di tre settimane. Il sindaco di Peschici, complice il pericolo 'variante inglese', prova a prendere in mano la situazione: "Voglio proteggere la mia comunità" tuona.

"Un'impennata preccupante". Bolla così il primo cittadino l'aumento dei contagi nella cittadina del Gargano. Tavaglione è preoccupato dagli assembramenti davanti ai bar, mentre negli ospedale, aggiunge, "c'è gente che sta veramente male e lotta per non morire. Ci sono anche nostri giovani concittadini".

E ancora, prosegue, "vedo comportamenti irrispettosi e assurdi, situazioni fuori controllo, gente senza mascherina e assembramenti. Qualcuno non capisce la gravità della situazione".

Il primo cittadino avverte: "Queste situazioni non possono essere più tollerate. Non posso consentire che la mia comunità venga infettata. Se i contagi dovessero continuare a salire, vi preannuncio che chiederò alla regione la zona rossa"

Tavaglione ha informato la comunità che un cittadino positivo al Covid che girava tranquillamente in paese è stato denunciato. Allertati carabinieri e polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gente in giro col Covid, assembramenti davanti ai bar e contagi in aumento. Sindaco di Peschici minaccia la zona rossa

FoggiaToday è in caricamento