Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

"Non abbiamo più ossigeno". Scatta l'allarme delle farmacie anche a Foggia. "Restituite le bombole vuote"

Cominciano a scarseggiare anche in Capitanata i recipienti necessari per la cura domiciliare di pazienti Covid ma anche per malati cronici e allettati. Parte il richiamo dei contenitori che non sono stati riconsegnati

"Non abbiamo più ossigeno". Alcune farmacie foggiane lanciano l'allarme, segno che le bombole cominciano a scarseggiare anche in Capitanata come sta accadendo in altre parti d'Italia. "Senza i vuoti non è possibile ricaricarne di nuove e quindi distribuirle a chi ne ha davvero bisogno. È un dovere etico, è buon senso civico", si legge nel volantino pubblicato dalla Farmacia San Pio Russo di viale di Vittorio.

I cittadini, spesso, dopo l'uso non riportano le bombole, anche solo per dimenticanza, oppure pensano di conservarle per scorta, nel caso dovessero servire. E durante l'emergenza Coronavirus si registra una richiesta record. Non sono necessarie soltanto per le cure domiciliari di pazienti Covid, ma anche per malati cronici e allettati.

Lo stesso appello urgente era stato formulato poche ore prima dalla Farmacia San Michele di Viale Ofanto: "Chi ha bombole di ossigeno vuote in casa le restituisca immediatamente dove le ha ritirate. Fatelo per voi stessi e per gli altri". I contenitori, esauriti o inutilizzati, una volta riconsegnati, vengono inviati alle aziende specializzate per la ricarica.

Gli stessi messaggi erano apparsi altrove durante la prima ondata del virus. In alcuni comuni della Campania le bombole d'ossigeno gassoso negli ultimi giorni sono diventate introvabili e ora è stata autorizzata la prescrizione dell'ossigeno liquido. A segnalare la carenza a livello nazionale è stata ieri Federfarma ed è partito il richiamo dei contenitori alle farmacie che, a loro volta, lo hanno girato ai clienti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non abbiamo più ossigeno". Scatta l'allarme delle farmacie anche a Foggia. "Restituite le bombole vuote"

FoggiaToday è in caricamento