Cronaca San Pio X / Viale Europa

Viale Europa: circuito notturno per gli amanti della velocità

E' la meta preferita dai motociclisti e dagli automobilisti. In alternativa ci sarebbero via Ugo La Malfa e via Imperiale. Urge l'installazione di dissuasori di velocità, tipo i dossi rallentatori o le barre rumorose

Nelle concitate settimane che vedono la città di Foggia vivere uno dei periodi più bui della sua storia, tra aumenti di tasse, crisi istituzionale e cittadini che scendono in piazza per manifestare il proprio malessere, c'è anche chi, a ragione, non vuole che passino sotto traccia alcune situazioni che nel loro piccolo insozzano una città già ricolma di macchie. Uno dei tanti “casi” del capoluogo dauno, è la situazione di viale Europa, diventata da alcune settimane, oltre che uno dei più importanti tratti stradali della nostra città (che parte dalla clinica privata 'Villa Serena' giungendo fino al quartiere 'Cep), anche una ''valvola di sfogo'' per i patiti della velocità.

Stando alle diverse lamentele giunte dagli abitanti della zona, sembra che la via, caratterizzata da un lungo rettilineo e intervallato da alcune rotonde, sia la meta preferita dai motociclisti e dagli automobilisti, che di notte sono soliti sfogare le proprie velleità da campioni di Formula 1 e Motogp, scorazzando liberamente a velocità tutt'altro che sostenute. Il tutto a danno dell'udito degli abitanti della zona, spesso svegliati di soprassalto dagli improvvisi rombi prodotti dai veicoli di grossa cilindrata.

Il problema, per dovere di cronaca, non è un'esclusiva di viale Europa: sono diverse le zone della città che si rivelano appetitose per tanti folli amanti della velocità, come per esempio via Ugo La Malfa, all'altezza della scuola ''Moscati'', il cui rettilineo di alcune centinaia di metri si rivela un ''toccasana'' per i vari Valentino Rossi o Fernando Alonso de Noantri. Stesso discorso per Via Imperiale. E non vanno escluse altre vie, specie quelle che presentano dei rettilinei lunghi disposti anche su un manto stradale più o meno intatto.

Quale potrebbe essere la soluzione?

C'è chi ritiene che, soprattutto nel caso di viale Europa, le cui due corsie sono separate da un marciapiede che fa anche da pista ciclabile e pedonale, possa essere utile l'installazione di dissuasori di velocità, come i dossi rallentatori o le barre rumorose, ottimi deterrenti che potrebbero scongiurare incidenti anche mortali per tutti questi sprovveduti amanti del pericolo ma anche per i pedoni e ciclisti che sono soliti ''sfruttare'' i marciapiedi che dividono le due corsie, spesso i più a rischio. Anche una presenza più cospicua delle forze dell'ordine potrebbe risultare efficace.

Non resta che denunciare il problema quindi. Sta agli ''addetti ai lavori'' mobilitarsi per risolverlo. Si spera il più presto possibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Europa: circuito notturno per gli amanti della velocità

FoggiaToday è in caricamento