Animalisti contro la corsa dei buoi: “Simbolo della crudeltà, fermatelo!”

Dura opposizione delle associazioni alla tradizionale manifestazione andata in scena ieri nel piccolo comune foggiano: "La crescente sensibilità sociale verso la sofferenza anche non umana rende sempre più impopolari questi residuati arcaici"

No alla corsa dei buoi. È l’urlo di indignazione che si leva da più parti. Sulla celebre manifestazione, tenutasi ieri a Chieuti, le Associazioni Comitato Europeo Difesa Animali, Gaia Animali & Ambiente, Notiziario Animalista, Volontari Protezioni Animali e WWF Foggia, arriva la condanna per quella che “è diventata simbolo della crudeltà inflitta agli animali, con pungoli, macchiati del loro sangue, utilizzati per far correre i buoi adatti ad andatura assai più lenta”.

“La magistratura ha riconosciuto in passato l'esistenza di maltrattamenti ma non è riuscita mai a trovare i colpevoli, in una vicenda tutta italiana. È ancora in corso un procedimento penale. La crescente sensibilità sociale verso la sofferenza anche non umana rende sempre più impopolari questi residuati arcaici”, aggiungono le associazioni.

Non manca l’appello alla Chiesa il cui “mancato intervento è purtroppo uno dei motivi della prosecuzione di questa corsa. Ci sarà una campagna per un appello da rivolgere sia a papa Francesco sia al nuovo vescovo mons. Cecchinato. Non è questo certamente il modo di onorare i santi. San Francesco, patrono degli animali, avrebbe condannato senza appello una simile corsa, in cui il maltrattamento degli animali è stato in passato riscontrato chiaramente. L'appello delle Associazioni rivolto alla Chiesa è di non sostenere anche indirettamente queste manifestazioni in quanto inaccettabili in una società che vede affermarsi sempre più la giusta attenzione per tutte le forme viventi, in quanto manifestazioni del Creato, degne di rispetto e non oggetti da utilizzare per crudele divertimento”.

Concludono le associazioni annunciando un appello anche al presidente della Regione Emiliano e agli enti preposti alla tutela degli animali “affinché vengano effettuati i necessari controlli prima, durante e dopo la corsa e siano individuati i colpevoli di eventuali trasgressioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente ad Apricena: impatto violento tra due auto, due feriti gravi e occupanti in fuga

  • Tragedia in strada: mezzo compattatore in retromarcia investe e uccide un passante

  • Operazione anticaporalato nel Foggiano: arrestati titolari e collaboratori di due aziende agricole

  • Incidente stradale a Foggia: violento scontro tra auto e trattore nei pressi della Statale 16

  • Figlio va a trovare il padre (boss di Foggia), introduce droga e micro-cellulari nel carcere di massima sicurezza: arrestato

  • Preso il 36enne che ha distrutto il 'Viaggiatore': ha spezzato in due la statua con un calcio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento