Cronaca Faeto

Ai Forestali i beni confiscati nell'operazione 'Black Land': doppia affermazione di legalità

Si tratta, nello specifico, di due moderne trattrici agricole, del valore complessivo di 120.000 euro, che troveranno una virtuosa collocazione per finalità d’interesse pubblico a tutela dell’ambiente e della biodiversità

Al Corpo Forestale dello Stato i beni confiscati nell’ambito dell’operazione “Black Land” che stanò un traffico illecito di rifiuti sull’asse Campania-Puglia. Lo ha deciso il Tribunale di Bari su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, che ha assegnato ai Forestali due trattrici che saranno utilizzate per la gestione e la salvaguardia delle Riserve Naturali dello Stato.

Si tratta, nello specifico, di due moderne trattrici agricole confiscate nell’ambito dell’operazione “Black Land”, del valore complessivo di 120.000 euro, che troveranno così una virtuosa ed effettiva collocazione per finalità d’interesse pubblico a tutela dell’ambiente  e della biodiversità.

Dall’impiego a fini di sfruttamento delle risorse ambientali, i due mezzi saranno invece utilizzati dall’Ufficio Territoriale per la Biodiversità del Corpo Forestale dello Stato di Martina Franca e nelle attività di gestione di tre Riserve Naturali in Puglia (Stornara, San Cataldo, Murge Orientali) e del centro di Selezione Equestre, dove vengono allevati ed addestrati i cavalli di razza Murgese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai Forestali i beni confiscati nell'operazione 'Black Land': doppia affermazione di legalità
FoggiaToday è in caricamento