Cronaca Vieste

Primo caso di Coronavirus a Vieste: contatti stretti già in quarantena, il contagio forse in ospedale

Si tratta di un'anziana donna ricoverata in ospedale. Familiari stretti già in quarantena. Le raccomandazioni del sindaco e l'appello a non aprire a "sciacalli e deliquenti"

Primo caso di Coronavirus a Vieste. A darne notizia è il sindaco Giuseppe Nobiletti. Un'anziana donna, ricoverata in ospedale, è risultata positiva al tampone per accertare il contagio da Covid-19. "Adesso abbiamo imposto una quarantena obbligatoria e monitorata di 14 giorni, non ci resta che vedere l'evoluzione dei prossimi giorni" ha spiegato il primo cittadino in una diretta Facebook.

La signora era già ricoverata in ospedale, ha accusato dei sintomi e le è stato fatto un tampone. "Il contagio non è avvenuto a Vieste ma molto probabilmente in ospedale" ha precisato Nobiletti.

Vieste sta rispondendo con forte senso di responsabilità alle prescrizioni imposte dal decreto di Conte: "E' nell'interesse di tutti, dei nostri cari, dobbiamo rispettare le restrizioni e aspettare che passi questo momento" l'appello del sindaco, che ha commentato anche gli episodi di sciacallaggio che si sono verificati ieri in città con la scusa della sanificazione: "Il Comune non manda nessuno nelle vostre case, la Protezione Civile dovete contattarla voi e non il contrario, dovete stare attenti. Chiunque vi contatta per questo tipo di iniziative non aprite, chiamate i carabinieri e denunciate"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo caso di Coronavirus a Vieste: contatti stretti già in quarantena, il contagio forse in ospedale
FoggiaToday è in caricamento