menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Stranieri positivi al virus trasferiti al Pta di Torremaggiore: è polemica. Sindaco amareggiato: "Cambiamento in peggio"

Il sindaco della cittadina dell'alto Tavoliere, attualmente Covid-free chiarisce la situazione: "Cinque ricoverati in locali vuoti. Invece di essere così rancorosi, bisognerebbe essere orgogliosi dell’aiuto che stiamo offrendo in questa circostanza"

“Invece di essere così rancorosi, bisognerebbe essere orgogliosi della disponibilità e dell’aiuto che Torremaggiore sta offrendo in questa circostanza. La pandemia avrebbe dovuto migliorarci, ma in queste polemiche di basso livello leggo solo un cambiamento in peggio”.

Così il sindaco di Torremaggiore, Emilio Di Pumpo, a FoggiaToday, in seguito ad alcune polemiche sollevate dalla presenza di alcune persone Covid-positive, ospitate in via eccezionale all’interno dei locali del Pta San Giacomo. “Si tratta - puntualizza il sindaco - di cinque persone di nazionalità straniera, asintomatiche, provenienti da altri comuni della provincia”.

Sono ospitati nei locali della Rsa (vuoti), e qui resteranno fino al doppio tampone negativo che ne sancirà la guarigione. “Altre tre persone erano state ospitate la settimana scorsa. Un altro ricovero analogo è avvenuto in piena pandemia ma non si è alzato questo polverone”, continua Di Pumpo che, date le circostanze, è stato chiamato a tranquillizzare la cittadinanza.

“In merito alla gestione dell'emergenza sanitaria Covid-19 presso il Pta ‘San Giacomo’ di Torremaggiore, posso affermare di aver constatato direttamente che la situazione è sotto controllo; le persone ricoverate sono pazienti asintomatici costantemente sorvegliati e monitorati dal personale sanitario, il quale ha ricevuto, oltre a tutti i dpi necessari, la giusta formazione per far fronte alla situazione”, scrive.

“In merito all'utilizzo del locali (i cui lavori di sistemazione, in vista di questa emergenza, sono stati ultimati) destinati a Rsa - R1, mi sono personalmente accertato che la cosa fosse momentanea e messa in atto solo ed unicamente perché quelli previsti per la gestione dei pazienti Covid sono ancora in fase di completamento (quindi situazione momentanea). Voglio pertanto rassicurare tutti, in quanto questi locali saranno presto destinati al loro originario scopo”.

“Tutte le comunicazioni date durante il periodo di emergenza Covid-19 sono state sempre fornite dopo diretta comunicazione del dipartimento della nostra Asl. Ovviamente, in qualità di primo cittadino, appena saputo che avremmo ospitato delle persone che avevano contratto il virus e che avevano la necessità di essere ricoverati per essere gestiti al meglio, a seguito anche di alcune vostre segnalazioni, da subito mi sono personalmente accertato che la situazione fosse sotto controllo e che non fosse fonte di pericolo per la nostra comunità”.

Attualmente il Comune di Torremaggiore risulta ‘Covid-free’. “Mettendo a disposizione dei locali inutilizzati, stiamo aiutando delle persone che hanno la sola colpa di aver contratto il virus. E lo stiamo facendo con tutte le precauzioni del caso. Le polemiche, in questo frangente, le reputo davvero di basso profilo”, conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento