Cronaca

Funerali a San Marco in Lamis, l'avvocato del medico legale replica: "Ha fatto il suo lavoro, il resto non spettava a lui"

Così il legale del professionista di San Severo, l'avvocato Francesco Paolo Sisto: "Bisognerebbe essere molto più cauti prima di usare termini così pesanti e netti. Il trasporto della salma e l’autorizzazione alle esequie sono compiti che spettano ad altri"

Foto d'archivio

“Il compito del medico legale? E’ finito nel momento in cui ha stilato gli esiti dell’accertamento diagnostico sulla salma”. L’avvocato Francesco Paolo Sisto, legale del medico legale di San Severo che ha eseguito l’autopsia sul corpo del 74enne deceduto a San Marco in Lamisrisultato poi positivo al tampone per il Coronavirus, è fermo sul punto.

La figlia dell'uomo deceduto: "Noi vittime due volte"

“Io non difendo nessuno perché non c’è nulla da difendere. Ho avuto l’incarico di tutelare l’immagine di un professionista, un medico (che peraltro non è indagato di nulla) che ha fatto solo ed esclusivamente il suo dovere: ovvero ha eseguito un accertamento diagnostico e ha espresso il parere. Il trasporto della salma e l’autorizzazione alle esequie sono compiti che spettano ad altri, c’è un apposito regolamento di polizia mortuaria che disciplina questi aspetti”.

“Chi ha pensato questo - spiega l’avvocato Sisto a FoggiaToday - lo avrà fatto probabilmente per leggerezza o per informazioni inesatte”. Il riferimento è al Governatore della Puglia, Michele Emiliano che, per primo, ha puntato il dito contro il medico legale accusandolo di un “errore catastrofico”. Bisognerebbe essere molto più cauti prima di usare termini così pesanti e netti nei confronti di un professionista che onora il lavoro che fa”.

Sulla vicenda, lo ricordiamo, la Procura di Foggia ha aperto un fascicolo di indagine, a carico di ignoti, per l’ipotesi di diffusione colposa di epidemia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funerali a San Marco in Lamis, l'avvocato del medico legale replica: "Ha fatto il suo lavoro, il resto non spettava a lui"

FoggiaToday è in caricamento