Coronavirus: 18 casi accertati a San Marco in Lamis, quarto caso a Stornara e anche un ortese positivo

Il numero dei casi positivi a San Marco in Lamis è di 18. Salgono a quattro a Stornara, positivo anche persona di Orta Nova

Un caso positivo a Stornara e un altro a Orta Nova. A darne notizia i rispettivi sindaci Rocco Calamita e Mimmo La Sorsa.
Rocco Calamita sindaco di Stornara: "Il bilancio dei casi positivi al Coronavirus a Stornara si aggrava: c’è un quarto caso. 
La Asl sta attivando tutte le misure di protocollo con l’effettuazione delle indagini a ritroso procedendo alla messa in quarantena e “all’isolamento domiciliare” dei familiari e di tutti coloro i quali hanno avuto un contatto.
Stiamo vivendo un momento molto difficile e stiamo combattendo contro un nemico invisibile, veramente aggressivo. Il momento è delicato, psicologicamente complicato. 
Vi imploro di stare a casa, abbiamo la responsabilità verso i nostri cari e tutti i nostri concittadini di non muoverci, se non per assoluta necessità".
Mimml Lasorsa, sindaco di Orta Nova: "Ieri la Asl ci ha detto che un cittadino di Orta Nova ricoverato presso una struttura sanitaria di Foggia è risultato positivo al Coronavirus. In virtù di questo è stata disposta la quarantena ai familiari con cui è entrato in contatto".
Sarebbero invece 18 e non 21 i casi Covid-19 positivi a San Marco in Lamis. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento