Festa di 18 anni in barba al Coronavirus: irrompono i carabinieri, nel garage vicino altri quattro ragazzi consumavano alcol

Accade a San Marco in Lamis, dove i carabinieri hanno interrotto due condotte vietate in altrettanti garage privati. In entrambi i casi si è proceduto a sanzionare i presenti per mancato rispetto delle misure di contenimento

Immagine di repertorio

Altro che coprifuoco da Coronavirus: i carabinieri hanno interrotto una festa di 18 anni in un garage, mentre nel box accanto altre quattro persone si intrattenevano bevendo alcolici in libertà.

Accade a San Marco in Lamis dove continuano i controlli dei carabinieri per il contenimento della diffusione del virus. Le pattuglie impiegate in questo periodo di emergenza sanitaria setacciano il territorio per verificare la regolare mobilità di persone e mezzi ma, come spesso accade, molti continuano ad infrangere le disposizioni governative.

Difatti, nella scorsa serata, la pattuglia ha proceduto al controllo di due garage in zona periferica del paese, poco distanti l’uno dall’altro, dove all’interno sono stati controllati numerosi ragazzi, tutti senza protezione individuale. 

Il controllo, scaturito a seguito di segnalazioni dei cittadini residenti nelle vicinanze, che avevano riferito di rumori provenienti nelle strade adiacenti alle loro abitazioni, ha permesso in un caso di identificare quattro soggetti (di cui due gravati da vicende giudiziarie) intenti a consumare alcolici e nell’altro altri soggetti, tutti giovanissimi, di cui uno minorenne, intenti a festeggiare il diciottesimo compleanno di uno dei presenti.

In entrambi i casi si è proceduto a sanzionare i presenti per mancato rispetto delle misure di contenimento Covid-19. La stessa notte, inoltre, i carabinieri hanno controllato  un soggetto pluripregiudicato, il quale, a bordo della propria autovettura, sostava in una via del paese senza giustificato motivo.

Anch’egli è stato sanzionato. In questo periodo di emergenza, i carabinieri raccomandano a tutti il rispetto delle norme di igiene continuamente richiamate, attenendosi alle regole imposte dal recente provvedimento governativo per contenere, a vantaggio di tutti, la diffusione del virus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento