rotate-mobile
Cronaca Roseto Valfortore

"Situazione surreale" nella piccola Roseto. Con il sindaco positivi anche due dipendenti comunali: "Prova difficile"

Due dipendenti comunali positivi al Coronavirus. Famiglie separate per il Covid. Situazione sotto controllo nella residenza per anziani. Lucilla Parisi: "Stiamo attraversando una prova difficile"

Poco più di 1000 abitanti a 650 metri d'altezza, da alcuni giorni Roseto Valfortore è alle prese con i problemi del Covid, penetrato tanto nelle abitazioni, quanto nella residenza municipale e in quella degli anziani 'Attilio Cascioli'. Una novantina in tutto i contagiati, 31 dei quali oggi si sono recati a Foggia per sottoporsi al secondo tampone. 

Lo stesso farà il sindaco giovedì 12 novembre, che poche ora fa ha comunicato la positività all'infezione da Covid-19 di due dipendenti comunali impiegati negli uffici di Ragioneria e in segreteria. 

Già oggi gli ambienti sono stati sanificati, mentre domani il Comune resterà aperto ma "solo per il disbrigo di pratiche amministrative urgenti e tramite appuntamento". 

A Roseto Valfortore sui Monti Dauni "la situazione è surreale". Come ha specificato la sindaca, ci sono intere famiglie positivi, genitori e figli separati nello stesse ambiente ma su piani diversi, altre divise: "Stiamo attraversando una prova difficile"

Per fortuna, spiega Lucilla Parisi, "non ci sono in paese e presso la residenza per anziani situazioni gravi". Il primo cittadino, che ha attivato il Coc, ha provato ad incoraggiare i rosetani: "Siamo un grande popolo e supereremo questo momento traendone una grande lezione di vita" ha concluso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Situazione surreale" nella piccola Roseto. Con il sindaco positivi anche due dipendenti comunali: "Prova difficile"

FoggiaToday è in caricamento