Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soccorritore del 118 stroncato dal Covid. Lacrime e commozione a Rodi Garganico per Nico: "Per sempre con noi"

L'omaggio di Rodi Garganico a Nicola Ciccomascolo, per gli amici e i colleghi Nico. Un lungo applauso, palloncini in volo e ambulanze accese durante la conclusione dei festeggiamenti di Maria Santissima Libera a Rodi Garganico

 

Lacrime e commozione ieri sera a Rodi Garganico per l'omaggio a Nicola Ciccomascolo, per tutti Nico, l'operatore del 118 strappato alla vita a soli 49 anni a causa dell'infezione da Covid-19. 

Soccorritore storico, il dipendente della postazione del 118 di Cagnano Varano aveva contratto il virus la notte del 2 marzo durante un intervento di emergenza a San Nicandro Garganico compiuto insieme ad altri suoi colleghi. Le persone soccorse erano poi risultate positive al Covid-19. Nico è morto il 28 marzo presso l'unità operativa di rianimazione Covid del Policlinico Riuniti di Foggia

Ieri Rodi Garganico, la sua città, alla presenza della moglie e della figlia, gli ha dedicato la conclusione dei festeggiamenti religiosi di Maria Santissima della Libera. Conoscenti, colleghi, autorità e concittadini hanno tributato un lungo applauso con il rumore della sirena di un'ambulanza a fare da sottofondo al volo di palloncini biancorossi.

Serio, apprezzato e preparato, le sue qualità non sono mai venute meno, anche nei momenti più estenuanti e difficili, come nella fase emergenziale di contrasto al Covid-19 che Nico ha affrontato con coraggio ma che purtroppo gli è costata la vita.

Video di Pietro Carnevale

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento