Cronaca

La Puglia intravede la luce: da rischio 'alto' a 'moderato'. Altre 1066 persone guarite, indice contagiosità Rt allo 0,9

Meno pazienti Covid negli ospedali, si liberano seppur di poco i reparti di terapia intensiva. Ad oggi sono oltre 10mila le richieste di adesione da parte degli operatori sanitari per il vaccino Pfizer

Foto di repertorio

La Puglia intravede la luce, ma l'attenzione resta alta. Per quanto riguarda la classificazione del rischio, nell'ultimo report di monitoraggio, la regione passa da una fascia di rischio 'alta' a quella 'moderata', mentre l'indice di contagiosità Rt rimane pressocchè invariato allo 0,9. 

Nella settimana dal 7 al 13 dicembre sono stati neutralizzati 28 focolai. Gli attualmente positivi sono 52834, la curva dei contagi resta stabile, ma nel giro di 24 ore sono guarite 1066 persone e gli ospedalizzati scesi di 22 unità.

In area non critica sono ricoverati 1447 pazienti-Covid (una variazione di meno 1,2% rispetto al giorno precedente) e 174 in terapia intensiva (una variazione di meno 2,8%).

I numeri comunque suggeriscono molta cautela, anche in virtù di una eventuale terza ondata. Ieri infatti, presso il policlinico Riuniti, è stata attivata la struttura campale Obi con 20 posti letto di Subintensiva (guarda il video). 

Nel frattempo continuano a pervenire le richieste di adesione del personale sanitario per le prime somministrazioni del vaccino contro il Covid-19, campagna che inizierà in tutta Italia il 27 dicembre.

Lopalco ha invitato gli operatori sanitari a compilare il modulo entro domani sera, domenica 20 dicembre. Ad oggi sono oltre 10mila le richieste di adesione. Circa 100mila le dosi Pfizer in arrivo in Puglia, di cui ventimila verranno riservate agli ospiti delle rsa. 

Per la somministrazione dei vaccini verranno impiegati 230 unità tra medici, infermieri e operatori socio-sanitari a fronte di 27 referenti e 11 punti di somministrazione.

La fase 1 inizierà nei primi giorni di gennaio, quando appunto saranno vaccinati, su base volontaria, gli operatori sanitari e gli ospiti delle residenze sanitarie e socio-sanitarie. Subito dopo, con l’arrivo dei nuovi lotti di vaccino, si procederà a vaccinare le altre fasce della popolazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Puglia intravede la luce: da rischio 'alto' a 'moderato'. Altre 1066 persone guarite, indice contagiosità Rt allo 0,9

FoggiaToday è in caricamento