Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Ufficiale: la Puglia resta in zona arancione

Come riporta Ansa, nella giornata di oggi il Ministro della Salute Roberto Speranza firmerà le nuove ordinanze che determineranno il ritorno in zona rossa - dopo solo una settimana - della Valle d'Aosta, e il passaggio in arancione della regione Sardegna. Resta in arancione la Puglia, insieme a Calabria, Basilicata e Sicilia

Saranno solo due i cambi di colorazione in Italia a partire dal prossimo 3 maggio. Come riporta Ansa, nella giornata di oggi il Ministro della Salute Roberto Speranza firmerà le nuove ordinanze che determineranno il ritorno in zona rossa - dopo solo una settimana - della Valle d'Aosta, e il passaggio in arancione della regione Sardegna. Resta in arancione la Puglia, insieme a Calabria, Basilicata e Sicilia. Confermata la zona gialla per le altre regioni, compresa la Campania, a lungo sotto osservazione e a rischio arancione. 

Secondo l'ultimo report di monitoraggio del Ministero della Salute-Istituto Superiore di Sanità, si configura ancora uno scenario di rischio di tipo 1, con indice rt inferiore a 1 in quasi tutte le regioni italiane. L'indice rt appare in lieve aumento, passando da 0.81 a 0.85. Tre regioni hanno un indice rt puntuale maggiore di uno. Tra queste, due (Campania e Sicilia) hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2. Nel complesso, sono 11 le regioni a rischio moderato - tra cui la Puglia - e 10 a rischio basso. 

Scende, seppur lievemente, ancora l'incidenza, che tuttavia resta ancora troppo alta per consentire all'intero territorio il tracciamento dei contatti. "Di conseguenza è necessario continuare a ridurre il numero di casi anche attraverso la mitigazione volte a ridurre la possibilità di aggregazione interpersonale".

VARIANTI - La diffusione della cosiddetta 'variante inglese' è al 91,6%, in aumento rispetto al precedente monitoraggio, mentre quella brasiliana si attesta al 4,5%. Al 15 aprile risulta sotto lo 0,5% la diffusione della variante indiana (un solo caso) mentre risultano 11 casi di variante 'nigeriana' (1 in Abruzzo, 2 in Campania, 1 nel Lazio e 2 in Umbria). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficiale: la Puglia resta in zona arancione

FoggiaToday è in caricamento