La Puglia si prepara a trattare fino a 3500 contagi: potenziati i posti letto. "Calo curva epidemica la prossima settimana"

Presentato il potenziamento del Piano Ospedaliero Coronavirus regionale alla presenza di Michele Emiliano, Vito Montanaro e Pier Luigi Lopalco.

Terapia intensiva di Foggia

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano poco fa ha illustrato il potenziamento del Piano Ospedaliero Coronavirus regionale. Alla presenza del direttore del dipartimento Politiche per la Salute Vito Montanaro e del responsabile del coordinamento emergenze epidemiologiche Pier Luigi Lopalco.

La Puglia si prepara ad affrontare l'emergenza sanitaria Covid-19 Coronavirus immaginando uno scenario massimo di 3500 contagi. Al momento sono 1800. Si prepara a mettere in campo la seconda fase, a circa 200 contagi dei 2mila ipotizzati in prima istanza (entro il 25 marzo), "che raggiungeremo fra due o tre giorni" ha detto Pierluigi Lopalco.

"Grazie al cielo ad oggi in Puglia abbiamo ragggiunto 1800 casi. Abbiamo fatto 14mila tamponi, il 90% negativi. Percentuale favorevole, i numeri sono vicini alla realtà del sistema di sorveglianza. Ad oggi è ospedalizzato il 45% di tutti i pazienti positivi. La percentuale dei pazienti critici o severi è del 24%. La prossima settimana ci aspettiamo un calo della curva epidemica. Dipenderà molto dal comportamento dei cittadini, oggi più che mai bisogna restare chiusi in casa per non verificare gli sforzi compiuti finora".

Ad oggi come sottolineato da Vito Montanaro per quanto riguarda la rete acuti, su 173 posti letto delle terapie intensive ci sono 121 degenti, 154 sono invece gli assistiti su 187 posti letto di pneumologia, e 294 i pazienti ricoverati rispetto ai 352 delle malattie infettive. "Era necessario progredire nella definizione della rete ospedaliera quello che potrebbe essere il numero definitivo per lo scenario dei 3500 infetti frutto di una previsione molto molto cauta". Nella fase due i posti letto di terapia intensiva verranno portati a 344, a 564 quelli di pneumologia e a 709 posti letto per le malattie infettive. 

"Abbiamo assunto 750 persone. Queste assunzioni hanno reso necessario di collocare questo personale negli alberghi anche per tutelarli maggiormente - noi non possiamo obbligarli a non tornare a casa ma è fortemente consigliato - tutti i dg delle asl hanno preso contatto con le linee alberghiere" ha precisato Michele Emiliano

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento