Coronavirus, il sindaco di Orta Nova negativo al tampone. Lasorsa avvisa la cittadinanza: "Basta con la caccia alle streghe"

Il sindaco, in quarantena dallo scorso 6 aprile per essere entrato in contatto con un paziente positivo al Covid, ha ricevuto l'ok per tornare al lavoro di medico e sindaco

Tre nuovi casi positivi a Orta Nova. A comunicarlo è il sindaco Mimmo Lasorsa, in un video in cui ha fatto il punto della situazione nel comune dei Reali Siti. L'aggiornamento risale alle ultime comunicazioni ufficiali del 12 aprile scorso. Il primo dei tre casi è quello di una persona ricoverata nel giorno della vigilia di Pasqua dopo essere stato sottoposto a tampone poi risultato positivo; un secondo caso riguarda una ragazza che ha contratto il virus da un parente anch'egli positivo. Infine c'è una donna risultata positiva al Covid dopo un contatto con un soggetto positivo. 

Lasorsa - medico presso il Pronto soccorso di Foggia - poi rivela di essere stato sottoposto a tampone, dopo essere entrato in contatto con un ragazzo giunto in ospedale in gravi condizioni e risultato positivo al virus. Per questo motivo, già a partire dallo scorso 6 aprile, era scattata la quarantena domiciliare per il sindaco. Ma l'esame del test ha dato esito negativo: "Uno dei due casi negativi registrati sono io. In virtù di questo, la Asl ha disposto la fine della mia quarantena da medico e da sindaco", ha spiegato il primo cittadino. 

Lasorsa ha ribadito che sulla tempistica delle comunicazioni, ci si deve affidare alla Asl che può anche impiegare diversi giorni prima di comunicare una positività ai sindaci: "Non ci si può aspettare una comunicazione pochi minuti dopo il test. Dobbiamo aspettare l'ufficialità e solo dopo comunicare. Non posso dare per ufficiale ciò che si scrive su Facebook, a volte in maniera inopportuna e condannabile, o su Whatsapp". Poi parte l'attacco verso chi è ancora impegnato nella caccia all'untore o alle streghe: "La situazione è peggiorata. Si è passato a condividere le foto delle vittime di Covid sui social. Così non va, mettere alla gogna chi sta affrontando un problema serio e lottando per la vita è un gesto di bassa lega. Per uscire da questa situazione l'unica arma per difenderci è sempre quella di rimanere a casa e di uscire solo per motivi urgenti facendolo con la massima sicurezza. Non è una nostra scelta, è la legge. Approfitto per ringraziare la maggioranza dei cittadini che con alto senso civico stanno rispettando le disposizioni, le forze dell'ordine, il coc e le associazioni di volontariato per il contributo fondamentale che stanno dando nell'affrontare l'emergenza. E ringrazio gli operatori che stanno mantenendo Orta Nova pulita". 

Non manca l'affondo ai consiglieri di opposizione: "Leggo di accuse circa la mancanza di dialogo o di proposte inascoltate. Con tutto il rispetto, faccio presente che non ci è mai giunta alcuna proposta ufficiale, ma solo post su Facebook che non è un canale ufficiale. All'ufficio protocollo non è mai arrivata nessuna proposta. La collaborazione va fatta concretamente non con i post utili solo per ottenere qualche like. Ciò che ci è stato suggerito lo abbiamo in parte già fatto: 450 buoni spesa sono stati elargiti a fronte dei 499 che ne avevano diritto. Abbiamo usato il criterio della priorità a chi ha dichiarato zero nelle entrate di marzo. Se qualcuno avrà mentito, sarà perseguito penalmente dopo i controlli della Guardia di Finanza.

Lasorsa annuncia anche la probabile elargizione di nuovi fondi da parte della Regione Puglia, che serviranno a soddisfare le richieste di chi è rimasto escluso dalla graduatoria dei buoni spesa "sempre in relazione ai fondi di cui potremmo disporre". E mentre 17 attività territoriali hanno aderito alla manifestazione di interesse pubblicata sull'albo pretorio per l'utilizzazione dei buoni spesa, anche il comune di Orta Nova presto darà vita al progetto 'spes in sospeso' per aiutare chiunque abbia bisogno di beni di prima necessità. Inoltre è stato istituito un conto corrente per le donazioni, nel quale sono già state versate le indennità degli amministratori: "Un grazie va fatto ai dipendenti comunali impegnati a portare a termine un duro lavoro. Ci stiamo muovendo per garantire la nostra vicinanza a tutti - ha concluso Lasorsa - e lavorare seriamente per il bene del nostro territorio. Per questo, evitiamo provocazioni che sono le ultime cose di cui hanno bisogno i cittadini". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento