Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Positivo al Coronavirus, "comportamenti ostili" verso i familiari. Il sindaco: "Il contagio non si impedisce alzando i muri"

Dura presa di posizione del sindaco di Orta Nova Domenico Lasorsa. Il sindaco chiede agli ortesi "di evitare comportamenti diffidenti, pregiudicanti ed ostili nei confronti di persone che stanno soffrendo per la situazione che si è venuta a creare".

Il sindaco Domenico Lasorsa

"Basta comportamenti di esclusione sociale". Ad Orta Nova il sindaco Domenico Lasorsa si è visto costretto ad intervenire pubblicamente per respingere senza se e senza ma quei comportamenti "diffidenti, pregiudicanti ed ostili" nei confronti dei contagiati e delle loro famiglie: "Dobbiamo stringerci attorno ai nostri concittadini in difficoltà e non demonizzarli". 

Il riferimento è alla notizia dell'anziano ricoverato in una struttura ospedaliera di Foggia risultato positivo all'infezione da Covid-19: "Lunedì scorso, dopo la notizia di un caso positivo, sono emersi dei comportamenti che non vanno affatto bene e che fanno male alla nostra comunità" ha specificato il primo cittadino.

Lasorsa ha sottolineato che la famiglia del positivo è stata posta in quarantena nonostante non avessero rapporti col contagiato da alcune settimane: "L'isolamento è terminato a fine marzo senza alcun problema e sono tornati ad una situazione di tranquillità. Voglio tranquillizzare a tal proposito l'imprenditore che qualche giorno fa mi ha chiamato cercando di avere notizie e ragguagli sulla situazione di un suo dipendente". 

Il sindaco chiede agli ortesi "di evitare comportamenti diffidenti, pregiudicanti ed ostili nei confronti di persone che stanno soffrendo per la situazione che si è venuta a creare". Ed esorta i cittadini a stringersi attorno alla famiglia e a non alimentare le loro paure e le loro ansie. "Cerchiamo di tornare ad essere comunità nel vero senso della parola ed evitiamo ogni comportamento che potrebbe ledere la sensibilità altrui. Non è certo alzano dei muri che si impedisce il contagio" tuona.

"Chi ha contratto il virus deve avere la tranquillità di poterlo ammettere, e non avere paura che dal giorno dopo possano cominciare crociate ai propri parenti" conclude il governatore locale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Positivo al Coronavirus, "comportamenti ostili" verso i familiari. Il sindaco: "Il contagio non si impedisce alzando i muri"

FoggiaToday è in caricamento