Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Addio a padre Eugenio Romagnuolo: colpito dal Coronavirus, è deceduto in ospedale l'abate nato a Cerignola

Nato a Cerignola il 17 giugno 1946, è morto a Frosinone. Era l'abate di Casimari

Ha lottato per venti giorni scontro il virus ma questo pomeriggio padre Eugenio Romagnuolo, 73enne abate della storica abazia di Casamari in provincia di Frosinone, ha dovuto arrendersi per una crisi respiratoria che lo ha portato via nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale 'Spaziani' di Frosinone, dov'era stato ricoverato. Lo riporta Frosinonetoday.

Nato a Cerignola il 17 giugno 1946, è stato accolto nel seminario del monastero di Santa Maria di Cotrino all’età di dodici anni, nel gennaio del 1958. Compiuto il cammino di formazione alla vita monastica e sacerdotale - come riportato dal sito vitanostra-nuovaciteaux.it  il 6 ottobre 1973 ha emesso la professione solenne e, il 10 agosto 1974, è stato ordinato sacerdote per l’imposizione delle mani e la preghiera di mons. Michele Federici, vescovo della diocesi di Veroli.

Negli anni successivi è stato impegnato come coadiutore del rettore dei seminari dell’abbazia di Casamari e del monastero di Santa Maria della Consolazione, a Martano (Lecce) e, dal 1977 al 1993, come rettore del seminario del monastero di Santa Maria di Cotrino, a Latiano.. Dal 1993 al giorno dell’elezione abbaziale ha ricoperto la responsabilità di priore del monastero di Valvisciolo, a Sermoneta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a padre Eugenio Romagnuolo: colpito dal Coronavirus, è deceduto in ospedale l'abate nato a Cerignola

FoggiaToday è in caricamento