Coronavirus, prima vittima tra la polizia penitenziaria: muore agente foggiano in servizio a Milano

Aldo Di Giacomo (S.P.P.) tuona: "Scarseggiano le mascherine. È ora di misure eccezionali: fare i tamponi a tutti i poliziotti!"

Immagine di repertorio

Prima vittima di Coronavirus tra gli agenti della Polizia Penitenziaria. Ne dà notizia il segretario nazionale Spp - Sindacato di Polizia Penitenziaria, Aldo Di Giacomo.

"È con enorme commozione e dispiacere che apprendo e riporto la morte di un collega che ha contratto il virus in servizio. Lavorava presso il nucleo provinciale traduzione e piantonamento di Milano ed era in servizio presso la Casa Circondariale di Milano Opera". L'uomo, pugliese, di origini foggiane, lascia moglie e due figli.

"Mentre nelle carceri continuano a scarseggiare mascherine e quelle che ci sono non servono a nulla - denuncia Di Giacamo - il Ministro della Giustizia Bonafede ieri alla Camera non ha speso una parola per i poliziotti penitenziari affetti da coronavirus. È ora di misure eccezionali fare i tamponi a tutti i poliziotti!", tuona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento