Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima vittima del virus, "notizia che mi addolora e non mi fa stare tranquillo". 35 positivi, 10 guariti e tre morti a Monte

Prima vittima del coronavirus senza patologie pregresse a Monte Sant'Angelo. Ne dà notizia il sindaco Pierpaolo D'Arienzo

 

“Abbiamo 35 casi in totale tra cui dieci guariti e tre decessi che avevano già un quadro clinico compromesso aggravato dal virus. Oggi abbiamo il primo caso per decesso per Covid, cioè senza altre patologie pregresse. È una notizia che mi addolora e non mi fa stare tranquillo. Un forte abbraccio alla famiglia e alle famiglie di tutti i contagiati”- dichiara il Sindaco Pierpaolo d'Arienzo, che aggiunge - “Facciamo attenzione, il virus cammina sulle nostre gambe”.

Il sindaco fa una sintesi anche del dpcm e dell’ordinanza del presidente Emiliano elencando cosa si può fare da domani e cosa no. Alle attività commerciali che riaprono: “Attuate tutte le cautele dettate dalla norma” e anticipa che domani sará emanata una nuova ordinanza con le indicazioni.

Da domani, inoltre, si potrà fare richiesta al Comune per la seconda tranche dei buoni spesa. “Abbiamo alzato la soglia massima fino ai 700 euro di reddito” - spiega. 

“Se abbasseremo la guardia torneremo alla fase 1” - continua e chiede ai cittadini responsabilità e collaborazione e di “continuare a rispettare le regole”. Il sindaco conclude: “Dobbiamo imparare a convivere con il virus. Ognuno di noi fa la differenza con i suoi comportamenti. Ce la faremo, ne sono certo”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento