Coronavirus, medico positivo in ospedale a Manfredonia: l'Asl apre inchiesta, 33 tra infermieri e medici in quarantena

Due i casi al San Camillo De Lellis di Manfredonia. L'Asl di Foggia spiega l'evolversi della situazione e apre una inchiesta interna per verificare eventuali responsabilità

Due casi distinti di persone positive al Covid-19 hanno provocato, nella giornata di ieri, la chiusura di alcuni reparti dell’ospedale di Manfredonia.

Nel primo caso si è trattato di un paziente asintomatico, ricoverato in Chirurgia Generale dal 4 al 12 marzo scorso, per una patologia non collegabile al Covid-19. Il paziente, in pratica, non presentava sintomi correlati al Coronavirus.  Una settimana dopo le dimissioni, però, il paziente è tornato al Pronto Soccorso in stato febbrile. All’interno della tenda, nell’ambito delle attività di pre-triage, è stato sottoposto a tampone. Il test è risultato positivo. Ricostruita la catena del contagio, si stanno sottoponendo a tampone circa 25 operatori dei due reparti che avevano avuto contatti con il paziente. I primi 13 tamponi hanno avuto riscontro negativo. Si è in attesa dell’esito degli altri.

Le Strutture di Chirurgia Generale e Radiologia sono state immediatamente chiuse, sanificate. La Radiologia è stata già riaperta, la Chirurgia riaprirà a breve.

Il secondo caso riguarda un medico che lavora presso la Cardiologia dell’Ospedale. Da una prima ricostruzione dei fatti, è emerso che il sanitario, già lo scorso fine settimana, aveva lamentato uno stato febbrile a seguito del quale si era assentato. Dopo due giorni è tornato in corsia, affermando di stare bene. All’alba di venerdì, invece, mentre era in servizio, si è recato in Radiologia chiedendo di effettuare una Tac.  Il quadro sanitario “sospetto” emerso dalla Tac ha spinto i colleghi a sottoporlo a tampone. L’esame è risultato positivo.

È stata ricostruita con immediatezza la filiera dei contatti stretti e casuali del medico, sono stati messi in quarantena 33 operatori sanitari, tra infermieri e medici e sono stati sanificati i locali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Direzione Generale ha immediatamente aperto una inchiesta interna per verificare eventuali responsabilità rispetto alle procedure poste in essere. La riapertura e la riprogrammazione delle attività della Struttura di Cardiologia sarà possibile al termine degli accertamenti a cui è stato sottoposto il personale. La Direzione è intenzionata a prendere tutti i provvedimenti necessari qualora si dovessero ravvisare violazioni al protocollo previsto dalle disposizioni ministeriali, regionali e aziendali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento