Scoppia 'contagio in famiglia'. Tutolo aveva ragione. E ora si arrabbia: "C'è una situazione di pericolo importante"

Il sindaco insiste sulla necessità di separare i positivi dal nucleo di appartenenza. Fioccano, intanto, i gesti di solidarietà e arriva la promessa di una donazione da una imprenditrice di Vercelli: "Mi piace il suo modo di comunicare"

Antonio Tutolo

"Ci sono altri due nostri concittadini che si sono positivizzati e sono appartenenti sempre a dei nuclei familiari dove già c'erano dei contagiati". Si materializzano i timori del sindaco di Lucera Antonio Tutolo: a conferma della sua tesi porta i dati degli ultimi contagi."Hanno avuto questo 'regalo' sempre perché non si provvede a separare i positivi dal resto del nucleo familiare. Manco a farlo apposta, sono congiunti di due positivi dei giorni scorsi e non separandoli questo è il risultato. Ecco perché insisto. Se si studiassero i casi di Lucera ci si renderebbe conto che l'80-90% dei contagiati sono tutti nell'ambito di famiglie e si sono contagiati l'uno con l'altro".

Dopo lo sciopero della fame e il 'grande fratello' a palazzo Mozzagrugno è pronto a mettere in atto altre clamorose proteste sulle quarantene. "Per me c'è una situazione di pericolo importante. Voglio assolutamente che si separi il contagiato o il potenziale positivo dal proprio nucleo familiare, perché non si possono condannare gli altri componenti di quella famiglia a un contagio certo".

Ritornerà sul tema anche alla fine dell'aggiornamento giornaliero: "Sono assolutamente preoccupato che questo sistema produca dei danni. Non puoi costringere a una convivenza i positivi con il proprio nucleo familiare e alla fine del percorso non fare nemmeno il tampone ai conviventi. E se sono stati contagiati e sono asintomatici?"

In aperta polemica con il locale coordinamento di Fratelli d'Italia ("a chi dice che comunico i dati a casaccio"), il sindaco di Lucera ribadisce che ogni giorno comunica i dati ufficiali e provvede ad aggiornarli quotidianamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sempre per rispondere al partito ("ad ogni ora del giorno vanno in onda Televendite di Pagnotte e show a metà strada tra Vanna Marchi e Maria De Filippi"), il sindaco racconta l'aneddoto di una imprenditrice di Vercelli che lo segue dal Piemonte, una 'ammiratrice' che ha espresso la volontà di effettuare una donazione: "Gli piace il mio modo di comunicare che l'ha colpita e vuole dare un contributo alla causa e alleviare le sofferenze e i bisogni della gente di Lucera e mi ha detto di mandarle l'Iban perché darà un aiuto. Le piace Vanna Marchi o Maria De Filippi che sarei io. Questa cosa mi ha reso felice".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento