menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Forza posto di blocco per evitare controlli Covid, ma si schianta contro il guardrail: arrestato

Per lui sono scattate varie sanzioni ai sensi del codice della strada, per un importo di 212 euro, con la decurtazione di 20 punti dalla patente di guida. Per aver forzato il posto di blocco, invece, rischia una multa da 1365 a 5.467 euro

Forza posto di blocco per evitare i controlli anti-Covid e ingaggia un pericoloso inseguimento con i carabinieri terminato con uno schianto contro il guardrail. ‘L’impresa’ porta all’arresto per un giovane, incensurato, di 25 anni. Risponderà di resistenza a pubblico ufficiale. 

Il fatto è successo in via Manfredonia, a Cerignola, la scorsa domenica pomeriggio: i militari erano impegnati in un posto di blocco a un senso di marcia dal quale, mediante apposita segnaletica, tutti i veicoli provenienti da Cerignola erano tenuti a transitare a passo d’uomo per il controllo volto a monitorare anche il rispetto delle misure di contenimento del covid-19.

A un certo punto, proveniente da Cerignola, è sopraggiunta a forte velocità una Renault Clio, il cui conducente, noncurante dell’alt intimatogli dai carabinieri, ha ulteriormente aumentato la velocità invadendo la corsia di marcia opposta e rischiando quasi di investire i militari, che soltanto grazie a  una pronta reazione sono riusciti a spostarsi in tempo per sottrarsi a un eventuale impatto.

È quindi scattato l’inseguimento, che si è protratto per alcuni chilometri fino a quando, sulla Provinciale 68, il giovane fuggitivo ha perso il controllo dell’auto, andando a schiantarsi contro il guardrail. Ha proseguito la fuga a piedi nelle campagne circostanti, fino a quando è stato raggiunto e bloccato dai carabinieri della sezione radiomobile che lo avevano inseguito.

Immediatamente identificato, il giovane è stato condotto presso gli uffici della compagnia carabinieri, dove è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari. Per lui sono scattate varie sanzioni ai sensi del codice della strada, per un importo complessivo di 212 euro, con la decurtazione complessiva di 20 punti dalla patente di guida. Per aver forzato il posto di blocco rischia una sanzione da 1365 a 5.467 euro.

La sua autovettura è stata sequestrata. Il giovane è stato sanzionato, con importo aumentato fino a un terzo, anche per aver violato le misure governative di contenimento del Coronavirus, perché si trovava fuori dalla sua abitazione senza giustificato motivo e alla guida del citato veicolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il "Fiasco" della campagna vaccinale, il caso Puglia nell'analisi del Financial Times: "Il 98% degli ultrasettantenni ancora senza dose"

Attualità

Centinaia di studenti rispondono 'presente', ritorno in classe oltre le previsioni. Goduto: "Ma non è la scuola dei nostri sogni"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento