Cronaca

Covid, la Puglia è tra le regioni con l'incidenza più bassa in Italia: meno del 5% dei posti letto occupati

Malgrado la crescita graduale, la Puglia resta una delle regioni con l’incidenza più bassa in Italia. Secondo i dati diramati nell’ultimo Monitoraggio dell’Istituto Superiore Sanità/Ministero della Salute (aggiornati al 12 agosto), la Puglia ha fatto registrare la sesta incidenza più bassa (47,3 casi), ben al di sotto della media nazionale (73 casi)

Resta più o meno stabile l’andamento dei contagi in Puglia. La crescita del numero dei nuovi casi avanza, ma a velocità meno sostenuta. Lo si evidenzia dal dato dell’incidenza per 100mila abitanti, che negli ultimi giorni è lievemente scesa, passando dai 50,3 casi del periodo 7-13 agosto ai 49 del periodo 9-15 agosto.

Malgrado la crescita graduale, la Puglia resta una delle regioni con l’incidenza più bassa in Italia. Secondo i dati diramati nell’ultimo Monitoraggio dell’Istituto Superiore Sanità/Ministero della Salute (aggiornati al 12 agosto), la Puglia ha fatto registrare la sesta incidenza più bassa (47,3 casi), ben al di sotto della media nazionale (73 casi).

Più eterogeneo è l’andamento a livello provinciale: nella Bat e nel Leccese si concentra il maggior numero di contagi, ma soprattutto la più alta incidenza (113,1 e 68,6 casi). Nel Foggiano il numero di casi ogni 100mila abitanti resta stabile intorno ai 33 casi.

Sotto controllo anche la situazione legata ai ricoverati. In area medica le presenze sono cresciute del 19,6% negli ultimi sette giorni, mentre in terapia intensiva i pazienti sono 22. In entrambi i casi la percentuale di posti letto occupati è al di sotto del 5%, ben distanti dalle soglie del 15% e del 10% fissate dal Governo per ottenere la permanenza in zona bianca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la Puglia è tra le regioni con l'incidenza più bassa in Italia: meno del 5% dei posti letto occupati

FoggiaToday è in caricamento