rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Cronaca

Mascherine e visiere protettive ma non conformi, scatta il blitz della finanza: sequestrati oltre 26mila 'finti Dpi'

Il blitz delle fiamme gialle, all'interno di un esercizio di articoli igienico-sanitari a Foggia. Il titolare rischia una sanzione pari a 48mila euro

Un ‘carico’ di mascherine e visiere non sicuri e non idonei alla protezione individuale. E’ quello scoperto dalla guardia di finanza, a Foggia: le fiamme gialle hanno proceduto al sequestro di 26.500 dpi inadatti a garantire sicurezza per l’emergenza epidemiologica in atto.

Nel dettaglio, i reparti del comando provinciale di Foggia, nell’alveo delle specifiche competenze istituzionali della guardia di finanza, hanno effettuato controlli sul rispetto delle misure urgenti varate dall’autorità di governo, volte ad arginare la diffusione del virus Covid-19, che hanno impattato in modo sensibile sugli spostamenti dei cittadini e sulle attività sociali ed economiche del Paese.

In tale contesto, i finanzieri della compagnia di Foggia, dopo aver monitorato alcuni flussi in arrivo dall’estero di materiale sanitario, hanno effettuato un controllo presso un esercizio al dettaglio di articoli igienico-sanitari del capoluogo, dove hanno rinvenuto nella disponibilità del commerciante 26.000 mascherine monouso e 500 visiere protettive in plastica dichiarate come dispositivi di protezione individuale.

Gli approfondimenti svolti dai finanzieri sulla documentazione sottostante l’importazione e sulla regolarità dei prodotti rispetto alle disposizioni domestiche ed europee vigenti, hanno fatto emergere che i dispositivi, destinati alla vendita diretta, erano privi non solo del sistema di verifica della conformità alle regole dell’unione europea sulla sicurezza dei prodotti, ma mancanti di qualsiasi forma, anche tentata, di regolarizzazione nazionale, rendendo, pertanto quei dispositivi di protezione non conformi, dunque non sicuri e potenzialmente pericolosi per chi li avrebbe indossati con l’intento di proteggersi dal rischio di contagio.

Per le violazioni constatate sono stati sequestrati tutti i 26.500 dispositivi, tra mascherine e visiere protettive in plastica, del valore commerciale di circa 30 mila euro. Peraltro, il titolare dell’attività commerciale, segnalato alla competente Autorità amministrativa, rischia sanzioni superiori ai 48 mila euro.

Il servizio riportato testimonia le attività condotte dalle fiamme gialle di Foggia per contrastare ogni forma di comportamento irresponsabile che possa pregiudicare la salute dei cittadini e l’efficacia delle disposizioni messe in campo dal Governo, vanificando i sacrifici che la collettività e gli imprenditori onesti stanno sostenendo con grande sacrificio personale ed economico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine e visiere protettive ma non conformi, scatta il blitz della finanza: sequestrati oltre 26mila 'finti Dpi'

FoggiaToday è in caricamento