Covid, 56 positivi in cura ai Riuniti (8 in Rianimazione) e tre dipendenti contagiati: verso il 'livello tre' di emergenza

Il punto del dg Vitangelo Dattoli. “Ad oggi abbiamo 20 pazienti ricoverati nel reparto di Pneumologia e altrettanti nel reparto di Malattie Infettive; 8 pazienti in Rianimazione e altri 8 in trattamento nel modulo post-acuzie”

Immagine di repertorio

L’aumentare dei contagi e dei ricoveri ospedalieri indica, chiaramente, che la Puglia - e con essa l’intera Capitanata - sta entrando a passi spediti nell’annunciata ‘seconda ondata’ di Coronavirus, prevista appunto con l’arrivo dell’autunno.

Il bollettino epidemiologico odierno, emesso dalla Regione Puglia, conta 10 nuovi casi positivi nel Foggiano, e non si tratta certo di uno dei dati più preoccupanti degli ultimi giorni. Ad oggi, nei reparti del Policlinico Riuniti di Foggia, infatti, sono ricoverati 56 pazienti affetti da Covid-19.

“Il numero è piuttosto stabile, perché i ricoveri si compensano con le dimissioni”, spiega a FoggiaToday il direttore generale del ‘Riuniti’ Vitangelo Dattoli. “Ad oggi abbiamo 20 pazienti ricoverati nel reparto di Pneumologia (presso il plesso del ‘D’Avanzo’, ndr) e altrettanti nel reparto di Malattie Infettive; ancora, ci sono 8 pazienti in Rianimazione e altri 8 in trattamento nel modulo post-acuzie”.

Per fronteggiare la situazione, il Policlinico si sta riorganizzando velocemente in base agli scenari che si vanno via via profilando: “Siamo attivando il ‘livello tre’ dell’emergenza. Questo vuol dire che un terzo modulo di Pneumologia, un altro di Malattie infettive e un altro della Rianimazione, come previsto nella nostra programmazione”.

Sempre attivo il container che, all’esterno del pronto soccorso, ha sostituito la tenda-triage: “Si tratta di una postazione medica-avanzata, con aria climatizzata, certamente più confortevole e funzionale della tenda”, spiega Dattoli.

Nuovi casi positivi sono stati riscontrati anche tra i dipendenti del ‘Riuniti’: “Abbiamo avuto nel complesso tre casi”, puntualizza il dg. “La correttezza delle procedure adottate tra amministrativi, infermieri e sanitari, la loro correttezza ed autodeterminazione ha impedito che si verificassero altri contagi. Per ogni caso sono stati eseguiti i tamponi e sono risultati tutti negativi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento