menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: media dei contagi mai così bassa da due mesi in Capitanata. In calo positivi, morti e ricoverati

Gli effetti degli allentamenti alle restrizioni si vedranno solo a partire dalla prossima settimana, ma intanto la curva dei contagi in provincia di Foggia e nel resto della regione cala sempre di più. Gli attualmente positivi in riduzione da 9 giorni consecutivi

Siamo al decimo giorno della fase 2. Per scoprire quanto l'allentamento delle restrizioni abbia inciso sull'aumento dei contagi, bisognerà attendere ancora un po', verosimilmente l'inizio della settimana prossima, almeno stando a quanto dichiarano gli esperti. 

Intanto, allo stato attuale delle cose, quel che si può evidenziare è l'evidente regressione del virus in Puglia. Molto più probabile pensare che il merito sia da ascrivere alle misure restrittive che a un ipotetico indebolimento del virus, ipotesi quest'ultima meno probabile anche se non da escludere totalmente (sul tema i pareri degli esperti sono ancora piuttosto discordanti). Quel che invece è abbastanza chiaro e non va dimenticato, è che nella fase 2 certe misure restrittive sono ancora in essere, l'allentamento del lockdown non equivale a un libera tutti. Una parte della popolazione (fortunatamente è ancora la maggioranza) lo ha compreso, limitando gli spostamenti e non rinunciando all'utilizzazione dei dpi, un'altra decisamente meno, come testimoniano gli assembramenti in alcune zone del capoluogo e di altri comuni della provincia. 

Ma veniamo ai numeri. 4337 sono i casi totali fin qui registrati in Puglia, 1117 nella provincia di Foggia, 1427 in quella di Bari, 381 nella Bat, 606 nel Brindisino, 505 nella provincia di Lecce e 272 in quella di Taranto. Il numero dei contagi negli ultimi giorni ha continuato a scendere, al netto di un piccolo rialzo nel Barese (dovuto a un focolaio già individuato e posto sotto controllo, come ha precisato il prof. Lopalco). Da evidenziare il calo sensibile dei decessi: dal 24 aprile non si è mai andato oltre gli 8 decessi e lo scorso 9 maggio si è registrato il primo zero dopo quasi due mesi. Riduzione evidente anche in Capitanata (15 negli ultimi 16 giorni), dove i morti complessivi sono 137. I dati che confortano sono soprattutto quelli riguardanti gli attualmente positivi (cioè la somma ottenuta dai ricoverati e dalle persone in quarantena, ndr) e i ricoverati. Per i primi, il numero è in calo da 9 giorni positivi, con una variazione record di -125 registratasi nella giornata di lunedì.

Lo stesso dicasi per i ricoverati totali, che dopo il picco di 729 pazienti dell'8 aprile scorso, ha iniziato una progressiva discesa fino ai 365 registrati ieri, 31 dei quali in terapia intensiva. 

Coronavirus in Puglia: totale ospedalizzati 

Anche in Capitanata, che come incidenza cumulata per 10mila abitanti, è ancora la provincia con più casi in Puglia, la curva è in costante discesa. Basti osservare l'andamento della media dei contagi prendendo in esame sette periodi, ognuno di dieci giorni, dal 4 marzo al 12 maggio. Ebbene, nel periodo che va dal 3 al 12 maggio la media giornaliera dei contagi è di 5,1, un numero quasi in linea con la media registrata nei primi giorni di marzo, ovvero nel periodo in cui si iniziarono a registrare i primi casi di infezione da Covid 19. Il picco è stato raggiunto tra la fine di marzo e l'inizio di aprile, con una media di 27,6 casi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento