rotate-mobile
Cronaca

Fase 2, il prefetto Grassi mette in guardia i foggiani: "Rispettate le regole, non si dimentichi mai la pericolosità del virus"

E in vista del 1° maggio e dell'inizio della Fase 2 (dal 4 maggio), ha annunciato le misure di sicurezza adottate in sede di Comitato per l'ordine e la sicurezza. "Torneremo alla normalità solo rispettando il distanziamento sociale"

"Le prossime aperture di attività e di movimento non devono far esimere i  cittadini dall'adottare quelle regole precauzionali necessarie per mantenere il distanziamento sociale. Quindi, indossare dispositivi di protezione individuale in luogo pubblico o aperto al pubblico, rispettando le distanze di almeno un metro, è un obbligo che tutti sono tenuti a rispettare. Ne va la buona riuscita della fase 2 che consentirà a tutti gli esercenti, poi, di aprire le attività per ora chiuse”.

Il prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, torna a rivolgersi alla comunità foggiana facendo leva sulla responsabilità che ciascun cittadino ha nel superamento dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. “Se non si rispettano le norme comportamentali, si corre il concreto rischio di un riacutizzarsi del contagio con conseguente necessità di un ritorno alle più stringenti e gravose misure di prevenzione”, puntualizza. “Cosa che non ci possiamo permettere per gli indubbi costi personali ed economici che stiamo tutti sostenendo”.

“Non si formino assembramenti in luoghi pubblici o aperti al pubblico e si rispettino le norme sul distanziamento sociale. Ritorneremo a trascorrere vite normali, solo se vi sarà il totale rispetto di tutto questo, ma soprattutto verso se stessi. Non si dimentichi mai la pericolosità di questo virus", conclude. Intanto, in occasione del 1° maggio e in vista dell'inizio della Fase 2 (dal 4 maggio), ha annunciato le misure di sicurezza adottate in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 2, il prefetto Grassi mette in guardia i foggiani: "Rispettate le regole, non si dimentichi mai la pericolosità del virus"

FoggiaToday è in caricamento