Cronaca

Il Coronavirus non scoraggia i ladri: escono per andare a rubare auto e biciclette, ma sulla loro strada incrociano la polizia

Nel complesso, a Foggia, sono state denunciate 5 persone per due differenti casi. Tra loro anche alcuni giovanissimi (due 20enni e un minore). Per tutti è scattata la segnalazione per la violazione delle disposizioni dell'autorità

Immagine di repertorio

Le restrizioni negli spostamenti introdotte per limitare le possibilità di contagio da COVID-19 non hanno scoraggiato alcuni ladri che si sono messi all’opera nel fine settimana appena trascorso.

Purtroppo per loro, i servizi di prevenzione e di controllo del territorio intensificati in questi giorni dalla Polizia di Stato nella città di Foggia, con l’impiego delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine e della Squadra Volante, hanno consentito di individuare e denunciare i responsabili di un furto consumato e di un altro tentato nonché di recuperare la refurtiva.

Il primo episodio si è verificato venerdì scorso quando due individui, in via Lucera, hanno rubato una bicicletta. I due malfattori sono stati attratti dalla bicicletta che era assicurata con una catena e relativo lucchetto alla recinzione di una stazione di servizio. Con un attrezzo hanno tagliato la catena e, mentre uno di essi ha inforcato la bicicletta dirigendosi verso il centro cittadino, l’altro complice lo ha seguito a bordo di un’autovettura.

I poliziotti sono però riusciti a raggiungerli in via Petrucci. Alla vista degli agenti i due hanno tentato di eludere il controllo ma sono stati prontamente bloccati, identificati e perquisiti. Sull’autovettura è stata rinvenuta la cesoia utilizzata per tagliare la catena mentre la bicicletta è stata restituita al legittimo proprietario, un extracomunitario di 46 anni. Per i due ladri, due cittadini foggiani rispettivamente di 37 e 42 anni, è scattata una doppia denuncia alla Procura della Repubblica per furto e per inosservanza di provvedimento dell’autorità avendo violato la normativa che limita gli spostamenti.

L’altro episodio si è verificato sabato sera, allorquando due equipaggi della Squadra Volanti sono intervenute in via Di Camarda dove erano state segnalate tre persone intente a forzare la porta di ingresso di una concessionaria d’auto, nel tentativo di perpetrare un furto all’interno della stessa. Quando una Volante è intervenuta sull’ingresso principale i malfattori hanno tentato di scappare dal retro scavalcando il muro di cinta. Purtroppo per loro, ad attenderli vi era l’altro equipaggio che è riuscito a bloccare i tre fuggitivi: due ventenni e un minorenne. Per tutti è scattata una segnalazione all’Autorità Giudiziaria per tentato furto e per violazione delle disposizioni introdotte per limitare i contagi da coronavirus.

Nel quadro dei medesimi servizi di controllo del territorio, gli equipaggi della Polizia di Stato hanno rinvenuto in varie zone della città di Foggia, dall’inizio del mese di marzo, 26 veicoli tutti provento di altrettanti furti avvenuti precedentemente. Si tratta prevalentemente di autovetture, alcune delle quali acquistate da poco, come una fiammante Alfa Romeo Stelvio. Sono stati ritrovati anche un trattore agricolo e 8 furgoni commerciali. I suddetti veicoli sono stati restituiti ai legittimi proprietari, alcuni dei quali hanno ringraziato i Poliziotti per l’attività svolta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Coronavirus non scoraggia i ladri: escono per andare a rubare auto e biciclette, ma sulla loro strada incrociano la polizia

FoggiaToday è in caricamento