menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Pensione a domicilio, garantiscono i carabinieri: prima consegna a Foggia, 80enne aderisce all'iniziativa

L'iniziativa, nata grazie ad un accordo tra carabinieri e poste italiane, vede la prima adesione nel Foggiano. L'obiettivo è evitare file e assembramenti agli sportelli, ma anche reati quali furti, rapine e truffe in danno degli anziani

Pensione a domicilio per evitare file e assembramenti alle poste, ma anche reati quali furti, rapine e truffe in danno degli anziani. L'iniziativa, lanciata grazie ad un accordo tra l'Arma dei carabinieri e Poste Italiane, vede la sua prima adesione nel Foggiano.

A usufruirne, prima nella provincia dauna, infatti, è stata un’80enne di Foggia: i carabinieri le hanno ritirato e poi consegnato la pensione al proprio domicilio. Restare a casa, infatti, è l’azione più importante per gli anziani, i più esposti alla virulenza del Covid-19. La collaborazione tra poste e carabinieri va nella direzione di essere ancora più vicini ai cittadini.

L’accordo è parte del più ampio sforzo messo in atto dai due partner istituzionali, ciascuno nel proprio ambito di attività, per contrastare la diffusione del Covid-19 e mitigarne gli effetti, anche mediante l’adozione di misure straordinarie volte a evitare gli spostamenti fisici delle persone, e in particolare dei soggetti a maggior rischio, in ogni caso garantendo il mantenimento della distanza interpersonale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento