Cronaca

Puglia rossa ad oltranza: nell'ultimo mese ricoveri aumentati del 45,7% e incidenza casi quasi raddoppiata nel Foggiano

La provincia di Foggia nell'ultima settimana ha fatto registrare in Puglia la percentuale più bassa di incremento dell'incidenza rispetto alla settimana 15-21 marzo, ma l'incidenza nell'ultimo mese si è quasi raddoppiata. Capitolo ricoveri: dal 28 febbraio pazienti aumentati del 45,7%

La seconda settimana in zona rossa, ha visto peggiorare ulteriormente i dati dei contagi e dei ricoveri in Puglia. Il tutto era abbastanza prevedibile, dato che la genesi di molti delle positività rilevate risale al periodo antecedente le nuove restrizioni. Così come era stato già annunciato che i primi tangibili risultati della zona rossa si sarebbero iniziati a evidenziare dopo 2-3 settimane dalla sua istituzione.

E quindi, la settimana che sta per iniziare potrebbe essere determinante in tal senso. L’obiettivo resta quello di abbassare la curva dei contagi e l’incidenza per 100mila abitanti, che nella settimana appena conclusa ha raggiunto i 307 casi, ben oltre la soglia critica dei 250 casi individuata dal Ministero della Salute.

L’incidenza in Puglia

Basta studiare il solo andamento delle quattro settimane di marzo per comprendere come e quanto sia peggiorata la situazione epidemiologica in Puglia. L’incidenza è passata dai 211,3 casi della prima settimana ai 307 della quarta, con un aumento del 45,3%. Andando più nello specifico e spulciando i dati delle singole province, Bari e Taranto guidano la classifica. Entrambe presentavano una incidenza oltre la soglia già a inizio marzo (301,9 Bari e 269,8 Taranto), il che alimenta qualche legittimo dubbio sulla tempistica delle restrizioni adottate il 10 marzo scorso, poi seguite dal passaggio in zona rossa dell’intera regione. Un provvedimento quanto meno tardivo.

Tuttavia, il peggioramento sostanziale è evidente in tutte le province. Attualmente, oltre a Bari e Taranto, solo la Capitanata ha superato abbondantemente la soglia (l’incidenza nell’ultima settimana è salita 270,3 casi), ma ci si avvicinano pericolosamente anche la Bat (233,3) e la provincia di Brindisi (240,3). Tocca quota 200 la provincia di Lecce. Nel raffronto tra la settimana 15-21 marzo e quella appena conclusa, sono proprio le province di Brindisi e Bat a far registrare, in termini percentuali, il più alto incremento dell’incidenza rispettivamente del 32,2% e del 18,3%. Percentuale analoga per la provincia di Taranto (+18,3%); +9,5% per Bari, +9% per Lecce. La Capitanata, con un +2,3% è la provincia dove l’incidenza è cresciuta meno.

Restando in provincia di Foggia, si può osservare come l’incidenza dei casi sia cresciuta senza sosta a partire dall’ultima settimana di febbraio chiusa con 141,8 casi per 100mila abitanti.

In parole povere, l’incidenza in provincia di Foggia nell’ultimo mese è cresciuta del 90,6% (da 141,8 a 270,3 casi). La percentuale schizza al 124,5 se si raffronta il dato della settimana appena trascorsa, con quello della settimana 15-21 febbraio (120,4), quando in provincia di Foggia si registrò la più bassa incidenza del 2021. 

Situazione ricoveri

Non sono affatto incoraggianti neppure i dati dei ricoveri. Nella giornata di ieri in Puglia è stato raggiunto un nuovo record dei ricoverati, sia per quel che concerne il dato complessivo (2.038) che per i reparti di terapia intensiva (238) e di area non critica (1.800).

Anche in questo caso, per avere chiare le idee, basta un raffronto con la situazione di un mese fa: il 28 febbraio in Puglia si registrò il più basso numero di ricoverati complessivi (1.398). Da allora i posti letto occupati sono aumentati del 45,78%.

Come riporta Agenas, la Puglia è tra le regioni ben oltre la soglia critica del 30% e del 40% per quanto concerne i posti letto occupati in terapia intensiva e in area non critica.

Con i 238 posti letto occupati ieri, la percentuale delle terapie intensive è giunta al 42%, ben 12 punti percentuali oltre la soglia fissata dal Ministero della Salute. È al 48%, invece, la percentuale di posti letto negli altri reparti Covid (+8% rispetto alla soglia critica).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puglia rossa ad oltranza: nell'ultimo mese ricoveri aumentati del 45,7% e incidenza casi quasi raddoppiata nel Foggiano

FoggiaToday è in caricamento