Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus in Italia. Livello di guardia alto anche in Puglia, ma Emiliano predica calma: "Non scateniamo il panico"

Il commento del presidente della Regione dopo i numerosi contagi e i due decessi registratisi in Lombardia e Veneto: “L’Italia ha già fatto cose importanti, ma non è la peste”

 

Coronavirus, i numerosi contagi registratisi in Lombardia e Veneto (due persone sono morte) ha ulteriormente alzato il livello di guardia in tutta la Penisola. “È altissimo, ma dobbiamo ricordare che non siamo di fronte a un’epidemia di peste, ma a una nuova forma di influenza”, ha dichiarato il presidente della Regione Michele Emiliano.

“Si tratta di un virus nuovo per il quale non abbiamo immediatamente la capacità di produrre un vaccino, il che ci rende più deboli anche perché il virus si sovrappone a quello dell’influenza stagionale. Ed è chiaro che il sistema sanitario può andare in tilt se gli ammalati da 8 milioni diventano 16, ed è quello che è successo in Cina“.

“Ma bisogna spiegare che non si tratta di un virus diverso dalle altre influenze, bisogna combatterla con i mezzi a disposizione. L’Italia ha fatto cose importanti, ha bloccato i voli dalla Cina. Ogni cittadino se ha frequentato persone provenienti della Cina faccia attenzione e si controlli”.

“Tuttavia, è sbagliato scatenare il panico – ribadisce il Governatore –, perché il virus può essere fronteggiato con misure sensate che devono essere decise dalla presidenza del Consiglio, dalla protezione civile e dal Ministro della Sanità. Noi siamo pronti a eseguire ogni ordine”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento