menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Virus dirompente in Puglia: sale l'incidenza anche nel Foggiano, picco di ricoverati Covid

Stando ai dati riportati dalla Regione, la scorsa settimana nel Foggiano l'incidenza ha superato i 300 casi per 100mila abitanti. In flessione nel Barese, mentre la Bat fa registrare l'aumento più consistente (24,3%). Nella giornata di ieri battuto nuovamente il record dei ricoverati in Puglia

Quella appena iniziata per la Puglia sarà la quarta settimana in zona rossa. E sarà, verosimilmente, la settimana determinante per capire se la curva avrà iniziato la sua discesa, o se invece – si spera di no – il picco dei contagi dovrà ancora essere raggiunto.

Nella settimana appena trascorsa 12458 sono stati i casi rilevati in Puglia, con il record di contagi giornalieri nuovamente ritoccato verso l’alto nella giornata di giovedì 1 aprile, quando i casi accertati furono 2369. L’incidenza per 100mila abitanti in Puglia (calcolata sui dati comunicati dalla Regione nei quotidiani bollettini epidemiologici) è salita a 315.1 casi, in crescita per la quinta settimana di fila, e ben oltre la soglia critica dei 250 casi indicata dal Ministero della Salute. Come riporta la Fondazione Gimbe, nelle ultime due settimane l’incidenza in Puglia ha superato abbondantemente i 600 casi per 100mila abitanti (622.1), dietro la Valle D’Aosta, il Piemonte e il Friuli Venezia Giulia, facendo registrare, in termini percentuali, il terzo incremento più alto in Italia (quasi il 7%).

Calcolando, invece, l’incidenza sulla base dei casi attivi (ovvero le persone attualmente positive all’infezione da Covid), la Puglia è la terza regione in Italia con 1296 positivi per 100mila abitanti, dietro alla Campania e all’Emilia Romagna, il che conferma quanto riportato dall’ultimo Report di Monitoraggio dell’Iss, che identificava la Puglia tra le regioni a rischio alto.

Circoscrivendo l’analisi alle singole province, si rileva un peggioramento della situazione epidemiologica in cinque province su sei, con la Bat che si è aggiunta a Bari, Taranto e Foggia, tra i territori con un’incidenza superiore a 250 casi per 100mila abitanti. Ed è proprio nella provincia più giovane della Puglia che si è registrato il più alto incremento dell’incidenza, passata dai 233.3 casi della settimana 22-28 marzo ai 290 della settimana 29 marzo-4 aprile (24,3%). In flessione i casi nel Barese, dove l’incidenza resta alta (371,7), ma con un -7,73% rispetto alla settimana precedente (402.2 casi). In Capitanata l’incidenza è salita a 301.6 casi (+11.58%). Taranto resta la provincia dove si registrano più casi in relazione alla popolazione: 419.6 casi per 100mila abitanti, ovvero il 9,61% in più rispetto alla settimana precedente. Più contenuti gli incrementi a Brindisi (2,37%) e nel Leccese (+3,6%).

All’aumento dei casi, che ancora si fa fatica a contenere, corrisponde, purtroppo, una sempre più alta pressione sui reparti degli ospedali pugliesi. Nella giornata di ieri è stato superato nuovamente il record di pazienti ospedalizzati (tra reparti in area non critica e terapie intensive): 2158. E se in terapia intensiva si osserva, da tre giorni, una lenta e costante riduzione dei ricoverati (dai 263 del 2 aprile ai 248 di ieri), continua a salire il numero dei posti letto occupati negli altri reparti Covid (1910, ovvero il 51% rispetto ai posti disponibili).

Attualmente la Puglia è al nono posto tra le regioni/province autonome, con la più alta percentuale di posti letto occupati in terapia intensiva (42% alla pari del Lazio). Resta in cima la Lombardia, con il 61% di ricoverati, davanti alla provincia autonoma di Trento (59%) e al Piemonte (58%). Si registra una impennata di pazienti in Valle D’Aosta (47%). Nel complesso sono 14 le regioni/province autonome con una percentuale di presenze in terapia intensiva superiore alla soglia critica del 30%.

Ricoverati in terapia intensiva e area non critica rispetto ai posti letto disponibili (1)-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento