Cronaca

69 positivi nel carcere di Foggia: è il cluster più grande della Puglia. In ospedale quattro dei 58 detenuti contagiati

A lanciare l'allarme nelle scorse settimane sono stati i sindacati di polizia, i cui timori trovano conferme nei dati del report nazionale del Dipartimento di amministrazione penitenziaria

Il Coronavirus continua a propagarsi nelle carceri italiane, tra detenuti e personale di polizia penitenziaria. A lanciare l'allarme nelle scorse settimane sono stati i sindacati di polizia, i cui timori trovano conferme nei dati del report nazionale del Dipartimento di amministrazione penitenziaria.

Secondo i dati aggiornati al 3 maggio, sono 69 le positività al virus accertate nel carcere di Foggia: si tratta di 11 agenti e 58 detenuti (di questi, quattro sono in ospedale). Un solo caso Covid accertato nel carcere di San Severo, che ha dovuto fare ricorso alle cure ospedaliere. I dati sono rilanciati dall'agenzia Dire.

Meno grave la situazione negli altri istituti penitenziari pugliesi, dove si contano 18 casi a Bari, 10 a Lecce, 5 a Taranto e 4 ad Altamura. Nel complesso del panorama nazionale carcerario, si contano 397 detenuti positivi su oltre 52mila. Di questi, solo 20 sono ricoverati. Per quanto riguarda, invece, il personale di polizia penitenziaria, si contano 400 agenti positivi su circa 37mila (9 sono ricoverati).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

69 positivi nel carcere di Foggia: è il cluster più grande della Puglia. In ospedale quattro dei 58 detenuti contagiati

FoggiaToday è in caricamento