menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Gli è stato detto che non ci sono posti Covid". Il sindaco di Carapelle: "Non siate superficiali, la situazione è critica"

Sette positivi, due guariti e 17 in isolamento fiduciario a Carapelle. L'appello del sindaco Umberto Di Michele

Il sindaco di Carapelle non si fida di quel virus subdolo, invisibile e talvolta letale che cammina sulle nostre gambe. 

Sette positivi, due guariti e 17 in isolamento fiduciario. Niente a che vedere con i numeri di altri comuni della Capitanata e d'Italia, ma leggermente peggiore rispetto alla primavera scorsa quando i carapellesi contagiati erano appena quattro: "Dobbiamo evitare che i numeri degenerino" l'appello di Umberto Di Michele.

Oltre al rispetto delle norme anti-covid, il primo cittadino consiglia di uscire di meno a fare la spesa e di fare più provviste: "Non siate superficiali e negazionisti, la situazione è critica".

Durante la sua diretta Facebook Di Michele ha reso pubblica le segnalazione di un medico di base secondo il quale a Foggia e San Giovanni Rotondo non ci sarebbero più posti Covid: "C'era un cittadino che aveva bisogno di essere ricoverato e il 118 rispondeva che non trovava posti Covid"

E ancora, ha concluso il sindaco di Carapelle: "Non sappiamo chi abbiamo di fronte, se ha avuto in qualche modo contatti o meno con chi è positivo ed è asintomatico. Tanti di noi sono venuti a contatto con persone covid-positivo e l'unico modo per il quale ce la siamo cavata è stato perché ci siamo autoprotetti"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento