"Chi ha sbagliato pagherà". Pochi irresponsabili non rovinano la Pasqua tranquilla di Apricena (che registra sei contagi)

Il primo cittadino fa sapere che sono state comminate "diverse multe e sanzioni per più di qualche migliaio di euro. E che gli sono arrivate diverse richieste di revoca: "La legge è uguale per tutti, chi ha sbagliato è giusto che paghi"

Potenza e al fianco gli irresponsabili

Si è detto soddisfatto il sindaco di Apricena Antonio Potenza all'indomani della tre giorni di controlli serrati del week-end lungo di Pasqua. "Ovviamente ci sono state poche persone che hanno sbagliato, perché la stragrande maggioranza è andata a casa e hanno avuto rispetto di loro stessi, degli altri e di quelle persone che hanno avuto problemi con contagiati e morti. A quelle persone che invece hanno pensato, pur in un giorno di festa di sdrammatizzare, violare le leggi, devo dire che sono molto dispiaciuto e voglio rasserenare la cittadinanza che comunque sono stati presi provvedimenti". 

Il riferimento, probabilmente, è anche alle immagini di un trenino versione Capodanno all'esterno di una villetta che ha fatto il giro del web. "Non darei molta importanza a questi due o tre episodi che ci sono stati, non esagererei ad enfatizzarli"

Il primo cittadino fa sapere che sono state comminate "diverse multe e sanzioni per più di qualche migliaio di euro. E che gli sono arrivate diverse richieste di revoca: "La legge è uguale per tutti, chi ha sbagliato è giusto che paghi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In una diretta facebook Antonio Potenza ha spiegato anche come mai la città del marmo e della pietra - "in mezzo a una selva di comuni molto più accentuati" - sia passata nella zona chiara da 6 a 10 casi. Si tratta della prima persona positiva e deceduta che avrebbe contratto l'infezione da virus in una struttura ospedaliera, di un dipendente del 118 e di alcuni componenti delle due famiglie "asintomatici e negativizzati", che "stanno bene", assicura Potenza e che sono in quarantena da alcune settimane: "Si tratta di muclei ovattati, non ci sono altre situazioni di altri contagi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Ragazza trovata morta nel bagno della sua stanza: la tragedia nella residenza universitaria Einstein di Milano

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

  • Federica, la ricercatrice che combatteva contro le ingiustizie strappata alla vita da un aneurisma cerebrale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento