Cronaca

Coronavirus, altri due casi positivi a Torremaggiore. Il sindaco: "Guai ad abbassare la guardia"

Salgono a undici i casi di persone positive al Covid-19. Di Pumpo rinnova l'invito a restare a casa: "Dobbiamo intensificare gli sforzi per non rendere vani i tanti sacrifici fatti finora"

"Mi vedo costretto ad aggiornarvi sul numero dei contagiati positivi per il nostro Comune, che continua a crescere. Siamo a 11". Lo annuncia il sindaco di Torremaggiore Emilio Di Pumpo, informato nella giornata di ieri circa l'incremento dei contagiati accertati. "Sappiamo solo che i numeri sono in salita e questo dato deve farci mantenere alta l'allerta", ha dichiarato il primo cittadino. 

Anche nel comune dove, alcuni giorni fa il sindaco aveva imposto l'obbligo di uscire (anche solo per fare la spesa o recarsi in farmacia) solo se muniti di guanti e mascherine, è giunta la neve: "In un un altro periodo dell'anno, più consono, sarebbe stata una gioia per molti, ma in questo periodo dell'anno e mi riferisco alla nostra agricoltura, non è proprio una cosa buona. Sarebbe stata più adeguata un po' di pioggia, ma ci adegueremo anche a questo. Spero almeno che possa servire come incentivo maggiore a farci restare tutti nelle nostre case, almeno voi che potete".

Ieri, per il secondo giorno consecutivo, si è registrato un leggero calo nel numero dei contagiati e dei morti: "I dati su scala nazionale sono incoraggianti perché, lì dove in questi giorni c'era solo disperazione, adesso si inizia a intravedere qualche barlume di speranza, ma questo per noi, dove per ora non c'è stato ancora un vero e proprio picco di contagi (che spero non arrivi mai), non vede farci abbassare la guardia. Anzi, proprio adesso - conclude Di Pumpo - dobbiamo intensificare gli sforzi, per non rendere vani i tanti sacrifici fatti finora". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, altri due casi positivi a Torremaggiore. Il sindaco: "Guai ad abbassare la guardia"

FoggiaToday è in caricamento