Cronaca

Il Covid ad Ascoli fa paura: il sindaco chiude in anticipo pub, pizzerie e bar

Vincenzo Sarcone ha disposto l'utilizzo obbligatorio della mascherina anche all'aperto sull'intero territorio comunale e la chiusura alle 24 di bar, pizzerie, ristoranti, locali e circoli privati

L'incremento dei casi positivi all'infezione da Covid-19 registrato ad Ascoli Satriano - 22 dei quali fanno riferimento al focolaio divampato nell'istituto di accoglienza per anziani 'Pompei' - hanno spinto il sindaco Vincenzo Sarcone ad emanare con carattere di urgenza l'ordinanza sindacale che oltre a prevedere l'utilizzo obbligatorio delle mascherine su tutto il territorio comunale anche all'aperto, ha disposto la chiusura anticipata dei locali bar, pizzerie, circoli privati, pub e simili alle 24.

Con la stessa ordinanza il primo cittadino ha revocato tutte le autorizzazioni relative alle occupazione di suolo pubblico e disposto la chiusura della scuola dell’infanzia Santa Maria di Pompei  'Iascone' di Via Lanza, fino ad avvenuta sanificazione dei locali nei modi di legge. 

Sarcone ha scritto al prefetto di Foggia chiedendo un forte rafforzamento della forza pubblica in modo continuativo e costante: "E' indispensabile". "Supereremo anche questo difficile momento" ha chiosato il sindaco di Ascoli Satriano rivolgendosi ai cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid ad Ascoli fa paura: il sindaco chiude in anticipo pub, pizzerie e bar

FoggiaToday è in caricamento