Lotta al degrado e all’illegalità nel ‘Quartiere Ferrovia’: proseguono senza sosta i controlli della Polizia

L’attività ha riguardato in particolare via Podgora, via Isonzo, via Piave, via Monfalcone, via Trieste, viale XXIV Maggio. Situazione che migliora visibilmente

Nella giornata di ieri, gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti della Questura di Foggia, della Divisione P.A.S.I., dell’Ufficio Immigrazione, del Reparto Prevenzione Crimine di Bari, unitamente a militari dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e degli Agenti della Polizia Locale hanno effettuato ancora dei controlli nel quartiere Ferrovia per contrastare i fenomeni di illegalità, di malcostume e di degrado diffusi nella zona.

In linea generale la situazione del quartiere può dirsi visibilmente migliorata in considerazione della costante presenza delle forze dell’ordine e dei controlli ormai programmati con cadenza settimanale.

L’attività di polizia ha riguardato in particolare via Podgora, via Isonzo, via Piave, via Monfalcone, via Trieste, viale XXIV Maggio.

Il personale della P.A.S.I. ha proceduto al controllo di 3 esercizi commerciali in nessuno dei quali ha riscontrato evidenti violazioni amministrative, salvo ulteriori riscontri che saranno effettuati sulla base della documentazione mancante e che dovrà essere successivamente prodotta.

Personale dell’Ufficio Prevenzione Generale, del Reparto Prevenzione Crimine, della Guardia di Finanza e dei Carabinieri hanno proceduto all’identificazione di numerosi soggetti stranieri ed italiani, molti dei quali stazionavano in assembramento vicino ad alcuni esercizi commerciali e taluni risultavano gravati da pregiudizi di Polizia; inoltre venivano rilevate condizioni di degrado consistenti in persone sedute sul marciapiede o prive di scarpe, con buste di plastica fatiscenti, presenza di bottiglie di birra e residui alimentari.

  

Detti assembramenti sono stati rilevati più volte nel corso precedenti servizi di controllo e considerato che le attività in questione sono state già diffidate in precedenza, verrà valutata la possibilità dell’emissione di un provvedimento amministrativo a loro carico a parte del Questore della Provincia di Foggia.

Nel corso dei controlli finalizzati anche all’accertamento della regolarità della posizione degli stranieri sul territorio nazionale, sono state condotte in Questura 13 persone di varie nazionalità, fermate prevalentemente in via Podgora, via Isonzo, via Piave, v.le XXIV maggio, la cui posizione è al vaglio dell’Ufficio Immigrazione; i predetti sono stati tutti rilasciati ed alcuni muniti di biglietto di invito in relazione alle diverse posizioni accertate.

Nel corso delle attività svolte sono stati controllati: 121 persone (81 delle quali straniere), 42 persone con pregiudizi di polizia, 33 veicoli e 3 esercizi pubblici, un circolo privato; 13 persone sono state accompagnate in Ufficio. Inoltre sono state elevate 4 contestazioni al codice della strada, contestazioni ex art. 9 L. 48/2017 (decreto Minniti) con 1 ordine di allontanamento, ed effettuate 6 perquisizioni personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento