Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Alcol e droghe, Polizia Stradale: “Più controlli sulle strade che portano alla Movida”

Da oggi fino alla fine del mese sarà incrementato il livello quantitativo delle verifiche sulle condizioni psico-fisiche dei conducenti lungo le arterie della Provincia, compresa quella autostradale

Dopo ‘Nonrischioperchè’, campagna di sicurezza stradale organizzata dalla Polizia Stradale e dalla fondazione ANIA sui rischi legati alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti - che si è svolta a Vieste dal 31 luglio al 5 agosto - al fine di rendere più incisiva l’azione di contrasto dei comportamenti più pericolosi, a partire da oggi, fino alla fine del mese, sarà incrementato il livello quantitativo delle verifiche sulle condizioni psico-fisiche dei conducenti lungo le arterie della Provincia, compresa quella autostradale,  di collegamento con le località di ritrovo dei giovani.

NONRISCHIOPERCHE’. Sul Lungomare Mattei della città del faro, il personale della Polizia Stradale di Foggia ha svolto attività di sensibilizzazione e prevenzione rivolte soprattutto ai giovani mediante dimostrazioni pratiche circa l’utilizzo di apparecchiature quali l’etilometro, il telelaser, autovelox e precursori.

Gli agenti di polizia sono stati affiancati da hostess e steward della Fondazione ANIA, che hanno proposto un istant quiz sulla sicurezza stradale. Il pubblico, intervenuto numeroso, si è cimentato su un furgone dell’ANIA in prove simulate di guida sicura.

I CONTROLLI. Parallelamente alla manifestazione nei dintorni di Vieste sono stati predisposti posti di controllo con l’impiego di precursori per lo ‘screening’ veloce dei conducenti per verificarne l’eventuale positività derivante dall’assunzione di sostanze alcoliche e stupefacenti. E, con l’utilizzo di etilometri, per l’accertamento della guida in stato di ebbrezza.

Tra i 207 soggetti controllati, suddivisi per motivi statistici in quattro fasce d’età (18-22, 23-27, 28-32 e da 32 in su), quattro sono risultati positivi al test con un tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0.8. Le violazioni rilevate e sanzionate sono state: omessa revisione, mancanza di documenti, velocità pericolosa, circolazione con patente di guida sospesa o senza copertura assicurativa, mancato uso dei sistemi di ritenzione e utilizzo del telefono cellulare durante la guida. Oltre all’irrogazione di sanzioni pecunarie si è proceduto alla decurtazione dei punti dalle patenti di guida e alla loro sospensione per un periodo compreso tra i tre e i sei mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcol e droghe, Polizia Stradale: “Più controlli sulle strade che portano alla Movida”

FoggiaToday è in caricamento