menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Ispettori del lavoro nelle attività turistiche di Foggia e provincia: più della metà sono risultate irregolari

I controlli effettuati dagli ispettori del lavoro e dai Carabinieri del NIL di Foggia erano finalizzati al contrasto del fenomeno del lavoro nero e alla verifica dell’osservanza delle disposizioni di legge in materia di lavoro e legislazione sociale, nonché della regolarità dei rapporti di lavoro.

Controlli alle attività di carattere turistico alberghiero e pubblici esercizi. L’Ispettorato del Lavoro di Foggia ha messo a segno una attività specifica, condotta in tutto il periodo estivo nelle città di Foggia e provincia. 

I controlli effettuati dagli ispettori del lavoro e dai Carabinieri del NIL di Foggia erano finalizzati al contrasto del fenomeno del lavoro nero e alla verifica dell’osservanza delle disposizioni di legge in materia di lavoro e legislazione sociale, nonché della regolarità dei rapporti di lavoro. Delle 135 aziende controllate 79, ovvero più della metà sono risultate irregolari.

Nel corso delle ispezioni sono state esaminate 362 posizioni lavorative e riscontrate violazioni riguardanti l’occupazione in nero di 153 lavoratori, di cui uno di cittadinanza extra europea. Ancora, sono stati adottati 38 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale in quanto è stato accertato l’impiego di personale non risultante dalle scritture obbligatorie in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori regolarmente occupati; provvedimenti successivamente revocati su istanza delle ditte, previo pagamento delle relative sanzioni e regolarizzazione dei rapporti di lavoro.

Contestate, inoltre, 96 ulteriori violazioni amministrative con conseguente irrogazione di sanzioni per un importo complessivo di circa 271.000 euro e accertate 12 violazioni di carattere penale di cui 5 in materia di sicurezza con conseguente irrogazione di sanzioni per un importo totale di circa 6.500 euro. Anche nel periodo estivo, la massiccia attività di indagine e di accertamento che l’Ispettorato Territoriale del Lavoro ed il NIL di Foggia hanno condotto ha garantito una efficace e produttiva presenza sul territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento