Blitz nelle aziende agricole foggiane: una su due è irregolare, multe per 123mila euro

Identificati 153 lavoratori, di cui 30 in nero, 25 dei quali extracomunitari e, di questi, 7 privi di permesso di soggiorno. Adottati 3 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale, multe per complessivi 122mila euro

Immagine di repertorio

Proseguono i controlli in agricoltura, da parte degli ispettori del lavoro, per contrastare l'utilizzo di manodopera irregolare o in nero, caporalato e sfruttamento dei braccianti. 

Nell’ambito dell’attività di vigilanza condotta dall'Ispettorato del lavoro, insieme al personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Foggia (NIL) congiuntamente al Gruppo Tutela del Lavoro di Napoli, sono state controllate 13 aziende agricole, 6 delle quali risultate irregolari. Nel contempo, sono stati identificati 153 lavoratori agricoli di cui 30 occupati in nero,  25 dei quali extracomunitari e, di questi, 7 privi di permesso di soggiorno.

Ancora, sono stati adottati, per 3 aziende agricole, i provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale in quanto è stato accertato l’impiego di personale non risultante dalle scritture obbligatorie in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori regolarmente occupati; rilevate 6 violazioni al T.U. 81/2008 in materia di sicurezza (per mancante visite mediche preventive).

Verranno irrogate sanzioni amministrative per 122.900,00 euro. Quanto innanzi, a conferma dell’impegno e della presenza assidua sul territorio dell’Ispettorato e dei Carabinieri del Nucleo Ispettivo del Lavoro (NIL) operante presso l’ITL di Foggia, a tutela del rispetto delle norme vigenti ed al contrasto del fenomeno del “caporalato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

Torna su
FoggiaToday è in caricamento