rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Capitanata Mia: “La città ha paura, Mongelli nomini consulta Legalità”

Grido di allarme di Capitanata Mia rivolto alle Istituzioni. Il presidente Antonio Bianco: "I Foggiani non possono vivere con la paura, sotto controllo Villa e zone limitrofe"

“I Foggiani non possono vivere con la paura, bisogna tenere sotto controllo urgentemente le zone della Villa Comunale, Stazione e Corso Giannone”.

E’ questo il grido di allarme che è partito dal giovane presidente di “Capitanata Mia”, Antonio Bianco. “Nelle zone sopra citate avvengono situazioni vergognose, estorsioni, sequestri di persone, aggressioni, prostituzione etero ed lgbt è una zona abbandonata a se stessa tenuta poco e niente sott’occhio. Nelle linee programmatiche della nuova Amministrazione era presente anche che si formava una Consulta della Legalità e allora il Sindaco e il suo staff formino questa consulta per il bene della città e per la protezione dei cittadini”.

Una città in delirio che ha paura, continuano infatti i furti a P.za Mercato, continuano le aggressioni nella Villa Comunale, infatti proprio lo scorso anno furono arrestati dei ragazzini.

“I tecnici comunali, le forze dell’ordine guardino le registrazioni di ogni zona della Villa, della stazione e delle zone limitrofe e sicuramente uscirà qualcosa per acchiappare queste persone, sono sicuro che qualcosa uscirà sotto. Sarebbe molto bello che Mongelli nomini nella consulta persone sicuramente presenti nel comune stesso, ma automaticamente anche giovani, essendo che molti atti di delinquenza, avvengono per mano di giovani ragazzini. I foggiani imparino a denunciare qualsiasi cosa gli succeda o che vedono. I cittadini non devono assolutamente ignorare determinate situazioni, perché andrà a ricadere sui propri figli, nipoti ecc….”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitanata Mia: “La città ha paura, Mongelli nomini consulta Legalità”

FoggiaToday è in caricamento